La suggestiva città marchigiana edificata sul travertino può vantare, tra le sue bellezze architettoniche, una delle piazze più belle d’Italia: Piazza del Popolo.

Ascoli Piceno, la città dalle 100 torri: questo infatti è uno dei tratti salienti della città che cattura lo sguardo appena la si raggiunge. Sparse un po’ ovunque in tutta l’area sorgono infatti quasi 200 torri gentilizie, simbolo del potere delle famiglie cui appartenevano nelle epoche passate. Tra le più importanti vale la pena citare la torre degli Ercolani, la Torre di S. Venanzio (convertita a campanile della chiesa omonima) e le Torri Gemelle.

L’altro elemento per cui Ascoli si caratterizza è il travertino: questo particolare marmo reperibile nel territorio è stato impiegato per edificare dai palazzi signorili alle semplici abitazioni, dalle pavimentazioni delle piazze (come la celeberrima Piazza del Popolo) alle chiese. Grazie al lavoro degli artigiani che in epoca medievale e rinascimentale hanno saputo creare elementi decorativi di rara bellezza, chi visita oggi la città si troverà di fronte a un patrimonio artistico e architettonico di inestimabile valore storico.

Piazza del Popolo è considerata una delle piazze più belle d’Italia, e a ragion veduta: nello stesso istante in cui si accede alla piazza, è impossibile non rimanere estasiati di fronte alla perfetta armonia della sua architettura rinascimentale, dove la pavimentazione in travertino si sposa perfettamente con il lungo loggiato da 59 archi e i palazzi circostanti come Palazzo dei Capitani del Popolo e la chiesa di San Francesco.

piazza_del_Popolo1

 

L’altra piazza nota di Ascoli è Piazza Arringo, la piazza monumentale più antica della città, sulla quale si affacciano altri importanti e famosi palazzi come il Duomo di Sant’Emidio, patrono della città, Palazzo dell’Arengo, che ospita la Pinacoteca Civica in cui è possibile ammirare opere dal 1400 a oggi, e il Palazzo Episcopale, sede del Museo Diocesano della città.

sant'emidio_ascoli

Uno dei tanti scorci imperdibili durante una visita ad Ascoli è quello del Ponte Romano: questo ponte, interamente realizzato in travertino, risale al I secolo a.C. ed è un perfetto emblema delle tecniche costruttive romane, avendo conservato intatte le sue caratteristiche originali.

Ponte_Romano_di_Solestà_1

Non si può passare per Ascoli e non provare il piatto tipico della città, che porta la sua origine geografica nel nome: le mitiche olive all’ascolana! Lasciatevi tentare da questo piccola perla di bontà capace di regalare un piacere al palato ineguagliabile: un’oliva che racchiude al suo interno un gustosissimo cuore di carne, e abbracciata da una panatura croccante. Una leccornia che richiede una preparazione lunga e laboriosa, ma il risultato finale ne vale decisamente la pena!

olive_ascolana1