Close

Cosa stai cercando?

bologna
, Bologna - Emilia Romagna - di Travel Blogger MyItaly

Bologna: la dotta, la grassa, la rossa

Bologna, capoluogo dell’Emilia-Romagna e importante snodo tra nord e sud, est ed ovest d’Italia. La sua posizione geografica è forse uno dei motivi principali che hanno permesso alla città di diventare nei secoli un importante realtà culturale e commerciale nonché sede dell’università più antica del mondo.  Famosa per i quasi 40km di portici (i più lunghi al mondo) e per i numerosi artisti come Guido Reni, Pier Paolo Pasolini, Giorgio Morandi che nelle loro opere ne hanno cantato bellezze e tradizione, Bologna è meta doverosa di musicisti, pittori ed appassionati di buona cucina.

Bologna, con la sua arte e la sua storia sorprende il viaggiatore sia in estate sia in inverno, con festival di musica, cinema in piazza e illuminazioni natalizie.

Tra le numerose torri che sovrastano la città un primo sguardo cade sulla Torre degli Asinelli, caratteristica bolognese il cui nome si pensa sia ispirato da Gherardo Asinelli, il nobile cavaliere di fazione ghibellina al quale se ne attribuisce la costituzione. Il monumento alto 97,20 metri ha una pendenza verso ovest di 2,23 metri e può essere visitato percorrendo una scalinata composta da 498 gradini.

La bella Piazza Grande, cantata nell’omonima canzone di Lucio Dalla, accoglie i turisti in un abbraccio di palazzi medievali, testimoni della vivace vita pubblica e dell’intesa attività economica che nonostante i secoli trovano la giusta armonia con l’anima più moderna della città. Tra le diverse opere architettoniche vale la pena citare Palazzo d’Accursio, sede del Comune e custode della Biblioteca multimediale Salaborsa e le rovine romane arricchite e ben valorizzate da un pavimento di vetro.

Altri simboli di Bologna sono la Fontana del Nettuno del Giambologna, il Palazzo del Podestà e la Basilica di San Petronio, dedicata al santo protettore dell’urbe con all’interno la meridiana più grande del mondo (67 metri di diametro).

Lungo le vie antiche ed i porticati, un piccolo patrimonio architettonico è rappresentato dai canali risalenti al XII secolo e visitabili anche nei percorsi sotterranei. La rete idrica bolognese fu sviluppata gradualmente allo scopo di collegare la città con il fiume Po e per fornire acqua ed energia meccanica agli opifici (fabbriche e stabilimenti industriali) della zona.

Dal punto di vista culinario, Bologna non ha rivali. Mortadella, “ragù alla Bolognese”, tortellini in brodo e lasagne, sono solo alcuni dei piatti bolognesi che hanno contribuito alla popolarità della cucina italiana nel mondo e che un turista deve assolutamente provare.

Come locali notturni dove prendere un aperitivo o trascorrere una piacevole serata, segnaliamo “Il Bar senza Nome” di fronte allo storico Mercato Delle Erbe. Il primo ritrovo in Italia gestito interamente da sordo muti in cui ai clienti, udenti o meno, viene chiesto di ordinare utilizzando la lingua dei segni, gesticolando oppure utilizzando degli appositi fogliettini disposti nella bacheca all’ingresso.