Tieni a mente

- Collegamenti continui con aliscafo o traghetto tutti i giorni da Napoli - La flora una delle più ricche d'Italia, dona all'isola un aspetto ridente anche nelle stagioni fredde

Capri: una natura mozzafiato, un mare blu cobalto, i panorami mozzafiato, viaggio nell’isola più bella d’Italia

Secondo la classifica Travellers’ Choice 2015 di Tripadvisor è la più bella Isola italiana. Il paesaggio mozzafiato, selvaggio e rude nelle rocce scolpite dal vento, il mare di un blu incantato su cui si stagliano i due famosi Faraglioni, l’eleganza e la raffinatezza dei 2 deliziosi centri abitati, ne fanno per tantissimi viaggiatori una meta imperdibile. Stiamo parlando di Capri, la nota isola davanti alla penisola Sorrentina, raggiungibile da Napoli in comodo aliscafo.

E’ considerata il paradiso sia per chi vuole rivivere le atmosfere dei mitici anni ’50, quelli della “Dolce Vita”, perdendosi tra le caratteristiche case di tufo, le vie pergolate, i caffè all’aperto e i negozi chic, sia per gli appassionati di immersioni: nel blu cobalto del suo mare è tutto un susseguirsi di grotte (se ne contano 65). Tra queste la più famosa è la Grotta Azzurra – lunga 60 metri per 25 di larghezza – il cui nome deriva dal magnifico colore dei fondali che si riflette in tutta la volta.

capri-mare2

L’isola è anche ricca di storia e testimonianze. Scoperta e abitata già dagli antichi romani, che vi costruirono ben 12 Ville Imperiali, vi si ritrovano tracce consistenti della loro presenza, tra cui soprattutto reperti archeologici come i resti di Villa Jovis fatta costruire dall’imperatore Tiberio.

Ideale per un week-end romantico, regala panorami mozzafiato assolutamente unici. Attraverso una irta scala si sale alla spianata della cappella di San Maria del soccorso, da cui si gode di una vista d’eccezione sui golfi di Napoli e di Salerno. Il belvedere di Tragara offre una veduta incantevole sui faraglioni e la Marina Piccola. Altrettanto spettacolare è l’Arco Naturale, quanto resta della volta di un’alta cavità a picco sulla costa. Chi ama la natura può inerpicarsi sul monte solaro, raggiungibile sia in seggiovia che a piedi attraverso una mulattiera.

capri-notteIn ultimo da non perdere sono, una visita alla Certosa di San Giacomo, oggi sede museale che espone due statue recuperate dal fondo della grotta azzurra, e la caratteristica Casa Rossa di Anacapri, l’abitazione capolavoro del razionalismo italiano dello scrittore Curzio Malaparte, che espone “L’Isola Dipinta” una mostra permanente di immagini che raccontano storia e tradizioni dell’isola.