Tieni a mente

  • assaggiare la mostarda cremonese, fatta con frutta candita intera o a pezzi grossi
  • partecipare alla Festa del Torrone che si tiene a Cremona a fine novembre

Due città, Cremona e Crema, immerse nella pianura padana lombarda, si caratterizzano per l’armoniosa commistione tra l’ambiente naturale e le magnifiche architetture medievali e rinascimentali.

Adda, Oglio, Serio e Po: quattro fiumi che segnano il paesaggio dove sorgono Cremona e Crema, al confine tra Lombardia ed Emilia Romagna.

Le due città e il loro territorio sono caratterizzate dalla presenza di splendidi edifici medievali e rinascimentali, chiese, ville, castelli e fortificazioni.

Ottimo punto di partenza per un tour a Cremona è la Piazza del Comune di epoca medievale, dove si affacciano molti dei più importanti monumenti della città: il Palazzo del Comune, la Loggia dei Militi, il Duomo, il Battistero e il Torrazzo, una torre campanaria di 111 metri (la più alta d’Europa in muratura) che è divenuta l’emblema della città.

La magnificenza del Duomo, edificio di architettura romanica lombarda, si esibisce nelle sue notevoli dimensioni e nella ricchezza delle decorazioni interne. Marmi, sculture e torrette adornano invece la facciata esterna in marmo bianco di Carrara e rosso di Verona. Accanto, il Battistero romanico con pianta ottagonale e il Torrazzo.

Cremona - Piazza Stradivari

Altri edifici religiosi da visitare sono la chiesa di San Sigismondo e il piccolo tempio di Santa Margerita, la chiesa di Sant’Agostino e quella di San Pietro al Po.

Palazzo Fodri e Palazzo Raimondi invece risalgono all’epoca rinascimentale.

Cremona è famosa anche per il celebre liutaio cremonese Stradivari: la Scuola di Liuteria, il Museo Stradivariano e le botteghe artigiane consentono di far conoscere e di proseguire l’arte di realizzare strumenti musicali a corde secondo la tradizione.

Spostandosi a Crema, la città stupisce per le sue chiese e i suoi palazzi storici eleganti e raffinati, le sue case antiche che sembrano accavallarsi una sull’altra e le sue piazze. Il cuore della città è Piazza Duomo dove si affacciano il Palazzo Comunale, il Palazzo Vescovile, il Palazzo Pretorio, la Cattedrale gotica e il suo campanile.

 

Duomo di Crema

Se si vogliono provare itinerari inconsueti per visitare il territorio di Cremona e Crema con modalità che offrono al visitatore punti di vista inediti, è possibile scegliere di navigare il fiume Po con navi fluviali che ne percorrono il tracciato oppure affittare una casa galleggiante e con essa godere appieno del suggestivo paesaggio che il Po offre.

Anche chi ama il cicloturismo non rimarrà deluso dal territorio di Cremona e Crema: gli itinerari ciclistici sono numerosi e consentono di entrare a stretto contatto con l’ambiente naturale della Pianura Padana.

Particolarmente suggestivo il “Circuito Città Murate e Castellate” che collega tutte le località della provincia contraddistinte dalla presenza di castelli e cinte murarie.

Da non perdere un appuntamento con la cucina locale. Oltre ai piatti tradizionali come i salumi e gli insaccati, i tortelli e le carni lessate, Cremona è la patria della mostarda, con frutta candita a pezzi grossi o interi, e del torrone (al quale è dedicata una festa che si svolge a fine novembre).