Per chi ama una vacanza attiva in sella ad una bicicletta, la Ciclovia Alpe Adria si snoda tra Salisburgo e Grado offrendo paesaggi di grande suggestione.

Dichiarata la pista ciclabile dell’anno 2015 alla fiera del turismo attivo di Amsterdam per la qualità dell’infrastruttura, l’intero percorso è lungo 410 chilometri e si può suddividere in 8 tappe.

In questa occasione descriveremo le ultime tre tappe che si sviluppano in territorio italiano, un tratto di 180 chilometri che porta da Coccau/Tarvisio fino alla spiaggia di Grado, attraversando tre tipologie di ambiente: dalla montagna alle colline moreniche fino alla pianura e al mare.

La ciclabile, che nella sua parte iniziale e finale segue il percorso della vecchia linea ferroviaria dismessa Pontebbana, consente di attraversare paesaggi suggestivi, entrando in aree naturali protette, città d’arte, borghi medievali, zone archeologiche. Numerosi edifici storici sono lambiti dal percorso: chiese, castelli, musei. E non ultimo, la possibilità di percorrere territori celebri per le produzioni di vino e di specialità gastronomiche locali.

Ciclovia Alpe Adria: mappa

Ecco una lista dei punti di interesse principali della Ciclovia Alpe Adria in territorio italiano, un elenco sicuramente non esaustivo di tutti i luoghi e paesaggi di grande bellezza naturalistica e storico-artistica che il percorso offre al cicloturista.

TARVISIO

Tarvisio è una importate località turistica montana delle Alpi Giulie, famosa per il comprensorio sciistico e per i rigogliosi boschi che la cingono. La Foresta di Tarvisio è la più grande foresta demaniale d’Italia (24.000 ettari). Merita una visita il santuario della Madonna dei Lussari, meta di molti pellegrinaggi.

VENZONE

Venzone è uno dei borghi più belli d’Italia. Raso al suolo dal terremoto del 1976, è stato completamente ricostruito mantenendo esattamente il suo aspetto medievale. Dichiarato Monumento Nazionale, Venzone è l’unico esempio di città fortificata del Trecento nella regione Friuli Venezia Giulia. Oltre ad ammirare le mura medievali, meritano una visita il Duomo di Sant’Andrea e la Cappella di San Michele con le sue antiche mummie.

Venzone

BORDANO

È conosciuto anche come il paese delle Farfalle grazie alla presenza di numerose specie di lepidotteri nel suo territorio. La Casa delle Farfalle ospita 400 specie differenti, lasciate libere in aree che riproducono il loro ambiente naturale.

UDINE

La città di Udine è costellata di numerosi monumenti artistici che meritano una visita: il Duomo, il Palazzo Comunale (o Loggia del Lionello), il maestoso castello situato in collina e che ospita i Musei Civici, il Palazzo Arcivescovile. Nella città sono molte le testimonianze artistiche settecentesche del grande pittore Tiepolo. Molto suggestivo è percorrere il suo tessuto urbano fatto di piazze su sui si affacciano splendidi palazzi gotico-veneziani e di antiche rogge. Tra le piazze più famose, Piazza Libertà e Piazza Matteotti.

Udine

PALMANOVA

La stella del Friuli, Palmanova è celebre per la sua cinta muraria stellata a nove punte e per la sua conformazione urbana perfettamente poligonale. Si tratta di un eccellente esempio di ingegneria difensiva creata a protezione dei territori della Repubblica Serenissima di Venezia.

AQUILEIA

Uno dei più importanti centri archeologici del territorio italiano. Aquileia fu un’importantissima città dell’impero romano ed è riconosciuta dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità. Gli scavi archeologici hanno portato alla luce numerose testimonianze della ricchezza del periodo romano, custodite nel Museo Archeologico Nazionale. Da visitare è anche la Basilica che conserva stupendi mosaici di arte paleocristiana.

GRADO

La ciclovia termina sulla spiaggia di Grado, isola collegata da un ponte alla terraferma e che nelle sue fattezze ricorda lo stile veneziano. Prima di giungere alle calme acque dell’Adriatico si attraversa un territorio lagunare molto suggestivo. E poi finalmente il mare, premio per un’avventura iniziata nelle selvagge montagne del Friuli.