Tieni a mente

  • assaggiare le specialità tipiche come i cappellacci alla zucca, le anguille marinate delle Valli di Comacchio, le lumache in umido e il baccalà marinato all'aceto di mele
  • visitare la città in bicicletta, grazie alle numerose piste ciclabili che la attraversano

Un’idea per una gita fuori porta all’insegna di arte, cultura e natura: a pochi chilometri dalle coste romagnole, Ferrara consente un tuffo nell’eleganza e nella raffinatezza dell’architettura medievale e rinascimentale.

Il territorio ferrarese che si estende fino al Delta del Po offre un paesaggio modellato dall’acqua, costellato da lagune, boschi e pinete. La città di Ferrara sorge su un guado del fiume Po e dal 1995 è anch’essa riconosciuta come Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco.

La città è stata plasmata dalla Famiglia Estense che ha governato il territorio tra il XIII e il XVI secolo. Caratteristica di Ferrara, infatti, è di essere una delle poche grandi città italiane a non avere un’impronta di stampo romano ma una propria identità urbanistica voluta proprio dagli Este, la cosiddetta Addizione Erculea, riconoscibile dall’affascinante rete di strade a maglie ortogonali che si sviluppano su un asse lineare lungo le rive del Po. Esse sono state arricchite da opere architettoniche e monumenti di grandi maestri come Leon Battista Alberti, Mantegna, Jacopo Bellini e Piero della Francesca.

COSA VEDERE A FERRARA

Un piccolo elenco di alcuni dei monumenti più interessanti della città.

  • Il Castello Estense, in piazza della Repubblica, edificato nel 1385 e difeso da un profondo fossato. Maestoso nella sua struttura a pianta quadrata in mattoni, testimonia la potenza e lo sfarzo della Famiglia d’Este e troneggia sulla città con le sue mura merlate e le quattro torri. Meritevole una visita ai locali interni come le cucine, le prigioni e gli appartamenti, per un tuffo in pieno Medioevo
  • Il Palazzo Comunale, costruito nel 1200 e collegato al Castello con un percorso coperto. Il Palazzo sfoggia il caratteristico Volto del Cavallo con le statue di Nicolò III e Borso d’Este
  • La Cattedrale di San Giorgio, risalente al XII secolo: la sua facciata accoglie due stili, il romanico e il gotico, mentre il suo Museo raccoglie arazzi, dipinti e reperti antichi della cattedrale

Cattedrale di San Giorgio a Ferrara

  • La Loggia dei Mercanti, sede ancor oggi di numerosi negozi
  • Palazzo Schifanoia, risalente al 1385, oggi è sede del Museo di Arte Antica e accoglie alcuni dei cicli di affreschi più importanti del XV secolo
  • Palazzo Constabili, sede del Museo Archeologico Nazionale
  • Palazzo dei Diamanti, con la sua tipica facciata decorata con 8500 pietre a punta di diamante, in marmo rosa e bianco, che assume effetti cromatici inediti con le differenti esposizioni alla luce del sole. Oggi il Palazzo dei Diamanti è sede della Pinacoteca Nazionale

Palazzo dei Diamanti a Ferrara

NEI DINTORNI

Per chi ama il cicloturismo, imperdibile è un tour attraverso la pista ciclabile più lunga d’Italia, il percorso Destra Po. In sella ad una bici si possono visitare il Bosco della Mesola, Pomposa con la sua Abbazia, Volano e le Valli di Comacchio. Un approfondimento al link Il Delta del Po.

EVENTI

Da non perdere a Ferrara il Palio di San Giorgio, considerato il palio più antico del mondo (ufficializzato nel 1297) e che si tiene l’ultima domenica di Maggio.

Palio di Ferrara