Il nome Gallipoli deriva dal greco “Kale polis”, che tradotto letteralmente significa città bella. Nomen Omen direbbero i latini, il destino nel nome. Gallipoli infatti conquista con il suo splendido litorale sul Mar Ionio, caratterizzato da ampie spiagge e scogliere basse che si alternano tra loro conferendo una vivace varietà al paesaggio.

Gallipoli si divide in due parti: il Borgo, che rappresenta la parte nuova della città, e il centro storico, costituito da un piccolo isolotto ricco di viuzze e architetture religiose e civili tutte da visitare e ammirare. Le due parti sono collegate tra loro da un maestoso ponte, costituito da dodici arcate e abbellito da caratteristici lampioni.

 

Castello_Gallipoli1

 

Tra i vari edifici, nella parte vecchia della città troverete il Castello Angioino, imponente struttura difensiva circondata quasi completamente dal mare, testimone di secoli di storia che la città ha attraversato. Soffermatevi poi ad ammirare l’arte barocca della basilica concattedrale di Sant’Agata, che al suo interno ospita una vera e propria pinacoteca che consta di numerose tele, nonché suggestivi altari sempre in stile barocco.

 

Gallipoli_cathedral1

 

Le chiese sono numerose nel centro storico di Gallipoli: la Chiesa di San Francesco di Paola, la Chiesa di San Francesco d’Assisi, la Chiesa del Sacro Cuore, e tante altre da scoprire magari con una piacevole passeggiata.

Ma se volete conoscere un importante pezzo di storia gallipolina che vi farà entrare in contatto con lo spirito della città e con le sue origini, dovete assolutamente visitare il frantoio ipogeo di Palazzo Granafei: scavato nella pietra e interamente ristrutturato, ospitava in passato la produzione dell’olio lampante, vero e proprio vanto della città di Gallipoli che veniva esportato in tutto il mondo.

Dopo una interessante visita culturale concedetevi qualche ora di relax assoluto! Le spiagge di Gallipoli non hanno nulla da invidiare a quelle di località turistiche internazionali: un mare cristallino e spiagge di fine sabbia bianca vi accoglieranno per farvi vivere una vacanza da sogno! Recatevi a Baia Verde se volete immergervi nella movida giovane e nel vivo del turismo gallipolino, mentre se volete passare una serata rilassante degustando qualche buon piatto della tradizione regionale, fermatevi a Rivabella.

 

Gallipoli_paesaggio1

 

Le altre spiagge di Gallipoli da non perdere sono Punta Pizzo, Punta della Suina, Lido Conchiglie, Padula Bianca.

Tutto questo girovagare fra spiagge bianche e affascinanti vie storiche vi ha fatto venire un languorino? Gallipoli saprà placare il vostro appetito e deliziare il palato con la sua gastronomia, connubio perfetto tra prodotti della terra e frutti del mare: iniziate con uno scapece, piatto a base di piccoli pesci fritti e marinati fra strati di mollica insaporita dallo zafferano. Un altro piatto povero ma non per questo meno gustoso sono le pittule, frittelle ripiene di baccalà. Una delizia! Successivamente, fate spazio per un buon baccalà con le patate cucinato in umido o per un succulento purpu alla pignata, il delizioso polpo cotto in umido col sugo e adagiato appunto nella “pignata” di terracotta.

 

scapece1

 

Il pesce rappresenta quindi l’ingrediente principe della cucina locale, rendendo speciale qualsiasi piatto, dalle zuppe più semplici alla pasta fatta in casa. Il tutto è accompagnato splendidamente da un’ottima scelta di vini: Negroamaro, Lambrusco, Moscato, Chardonnay, solo per citarne alcuni.

Incantevoli spiagge, mare cristallino, buona cucina e suggestivi luoghi ricchi di storia. Gallipoli ha tutte le carte in regola per una vacanza da sogno!