Tieni a mente

  • assaggaire prodotti tipici come il pesto alla genovese, i pansotti, la focaccia e le olive taggiasche
  • visitare il salone nautico durante il mese di ottobre

La scoperta di Genova in un viaggio che soddisfa la voglia di arte e cultura, passeggiando nel centro, ma anche il divertimento dei più piccoli visitando l’Acquario.

In Italia può ben valere la frase “paese che vai, Patrimonio dell’Unesco che trovi”, e questo non poteva non valere per la splendida città di Genova, una perla che con il suo mare ha un rapporto indissolubile.

L’Unesco ha inserito nella lista dei Patrimoni dell’Umanità il quartiere delle Strade Nuove su cui si affacciano gli stupendi Palazzi dei Rolli, edifici di prestigio, realizzati tra il XVI e il XVII secolo con materiali di pregio, in stile rinascimentale e barocco, in cui venivano ospitate grandi personalità provenienti da tutto il mondo. I Palazzi dei Rolli sono caratterizzati da architetture eleganti e raffinate, dotati di scaloni, loggiati, cortili e splendidi giardini. Tra essi Palazzo Doria Tursi, Palazzo Bianco e Palazzo Rosso sono la sede di importanti collezioni d’arte di rilievo internazionale.

E poi ancora Palazzo Reale, Palazzo Ducale, Palazzo San Giorgio, Palazzo della Nuova Borsa, Palazzo Doria- Spinola, Palazzo Durazzo-Pallavicini: questi sono solo alcuni dei gioielli architettonici che hanno reso famosa la città di Genova e che in molti casi ospitano mostre ed eventi culturali importanti.

Il centro storico di Genova, di impianto medievale, è costituito da strette viuzze, i carrugi, che si inerpicano sul territorio collinare in cui la città si adagia. Costellati di alti edifici, palazzi adornati da stucchi e affreschi, chiese sfarzose, i vicoli di Genova costituiscono un vero e proprio museo a cielo aperto in cui è un piacere perdersi.

Passeggiando nel centro storico meritano una visita anche:

  • la Cattedrale di San Lorenzo, che risale al IX secolo, contraddistinta da una facciata bicromatica, con linee orizzontali bianche e nere, e un importante rosone sul portale d’ingresso principale. La cattedrale ospita anche il Museo del Tesoro
  • il Museo di Sant’Agostino è invece custodito in un’omonima chiesa sconsacrata, anch’essa con facciata bicromatica, mentre il campanile è decorato con maioliche policromatiche.

Cattedrale di San Lorenzo a genova

Ma un alto centro pulsante della città è il suo Porto che nell’antichità è stato la porta d’ingresso principale a Genova. Il massimo splendore della città è stato raggiunto nel Medioevo quando Genova si impose come Repubblica Marinara, centro di scambi culturali e commerciali con l’Oriente e l’Africa.

Simbolo della città è la Lanterna, un faro di 76 metri di altezza, sede oggi di un Museo.

Negli anni la zona del porto ha vissuto numerose ristrutturazioni oltre alla realizzazione di nuove e modernissime strutture. Il Porto di Genova oggi è uno scalo commerciale e turistico molto importante, con una dimensione di circa 130.00 mq.

Da visitare la Bolla realizzata da Renzo Piano, una struttura in vetro e acciaio dove è stato ricreato un ambiente tropicale.

La Biosfera di Genova

Per la gioia dei più piccoli nelle vicinanze si trova l’Acquario, un vero e proprio paradiso acquatico tra i più grandi d’Europa dove, tra spettacoli e intrattenimenti, si trasmettono ai visitatori informazioni e conoscenze nell’ambito dell’educazione ambientale.

Ma non finisce qui: le emozioni continuano visitando il Galata Museo del Mare, il Nazario Sauro (il più grande sommergibile italiano visitabile), la Foresta dei Colibrì, la Città dei Bambini, oltre a regalarsi una vista panoramica sul Bigo, un ascensore panoramico che sale a 40 metri sul livello del mare. Tutte le attrazioni sono collegate tra loro con un trenino.