Tieni a mente

  • A maggio puoi assistere alla tradizionale Festa dei Ceri (il 15) e al Palio della Balestra (l’ultima domenica del mese)

Ricca di fascino e storia, Gubbio è il luogo perfetto per chi ama le zone collinari e le passeggiate nelle città d’arte.

Gubbio è un bellissimo comune umbro in provincia di Perugia, adagiato alle pendici del Monte Ingino e lambito dalle acque dei torrenti Camignano e Cavarello. Inoltre, al pari di Assisi, riveste un ruolo speciale nella storia di San Francesco: qui infatti si svolse l’incontro tra il santo e il lupo, e qui il Santo trovò asilo dopo essersi allontanato da Assisi.

Di antica origine, Gubbio colpisce subito per la sua conformazione, per il suo dedalo di edifici, case e vie che trasudano storia e un fascino discreto ad ogni angolo.

Famosa in passato e tutt’ora per l’artigianato e per la lavorazione di materiali quali il legno, la pelle, il ferro ma soprattutto la ceramica, Gubbio è oggi anche una apprezzata meta turistica durante tutto l’anno, grazie alla sua bellezza suggestiva fatta di interessanti architetture, itinerari tematici ed eventi tradizionali.

Tra i luoghi sicuramente da vedere nella città troviamo Palazzo dei Consoli, struttura in stile gotico situata in Piazza Grande, sede del museo civico della città.

Palazzodeiconsoli1

Da non perdere anche il Duomo che ospita molti dipinti del ‘500, e di fronte ad esso Palazzo Ducale, edificato a partire dal 1476 e che racchiude al suo interno un bellissimo cortile.

Gubbio_-_Palazzo_Ducale1

 

Palazzoducale_gubbio_cortile1

Gubbio è curiosamente chiamata la “città dei matti”, nome dovuto all’imprevedibilità dei suoi abitanti. Se anche voi volete fregiarvi di questo inusuale titolo, potete ottenere la patente da matto. Per farlo, dovrete compiere tre giri intorno alla Fontana del Bargello alla presenza di un eugubino doc!

Bargello1

Numerose sono anche le chiese risalenti al sec.XI/XII, come la Chiesa di San Secondo, la Chiesa di Santa Croce della Foce e di San Francesco della Pace, solo per citarne alcune.

All’esterno delle mura antiche è presente anche il Teatro Romano, che d’estate ospita una ricca stagione di spettacoli classici.

TeatroRomanoGubbio1

L’evento che ha contribuito a rendere famosa Gubbio è senz’altro la Festa dei Ceri, una tradizione che si ripete da secoli nella città, durante la quale tre grandi manufatti in legno del peso di quasi 300 kg, fanno da base ad altrettante statue di Sant’Ubaldo, San Giorgio e Sant’Antonio Abate, che vengono portate a spalla per le vie della città fino alla Basilica di Sant’Ubaldo. Una tradizione vivissima e molto sentita tra le persone del luogo, che accorrono in massa per festeggiarla ogni anno.

festa_ceri1

Tra una passeggiata e l’altra, trovate il tempo di accomodarvi in uno dei locali della città per degustare la prelibata cucina locale fatta di carne, cacciagione, insaccati e formaggi, con un tocco di tartufo, vero e proprio ingrediente principe della gastronomia di Gubbio! Da provare la crescia al panaro, tipica focaccia salata.

crescia1