Tieni a mente

  • Fontanellato è facilmente raggiungibile con l'autostrada del sole A1 (MI-BO), a 8 km dall'uscita Parma Ovest, e si trova poco distante dalla rinomata stazione termale di Salsomaggiore
  • A Ferragosto non perdetevi la Fiera con i tradizionali mercatini dove potrete degustare le eccellenze della gastronomia locale

Incastonato nella provincia di Parma, l’antico borgo di Fontanellato è una meta che non bisogna lasciarsi sfuggire!

In Emilia-Romagna si nasconde un piccolo gioiello turistico che ha ricevuto nel 2004 il riconoscimento di cittàslow come città del buon vivere e della buona tavola. Distante appena 25 km dalla città di Parma, è la meta ideale per un weekend ricco di arte, cultura e straordinari momenti nella natura: a Fontanellato si trova il labirinto più grande del mondo!

Il territorio dove ora sorge la città era abitato già durante la preistoria e si trova nella cosiddetta Bassa Parmense, immerso nel paesaggio tipico della pianura padana, ricco di coltivazioni e risorgive: il luogo ideale per chi vuole scoprire la zona in bicicletta tra itinerari di ogni genere, immersi in scenari incantevoli. La città inoltre ospita moltissimi eventi gastronomici, musicali, artistici e non solo: non avrete che l’imbarazzo della scelta!

IMM2

IL LABIRINTO DELLA MASONE

Questo intricato dedalo a forma di stella è in realtà un originalissimo parco culturale. In otto ettari di terra si estende il percorso di 3 chilometri di questo imponente labirinto, ispirato alla classica forma del labirinto romano, suddiviso in quattro labirinti intercomunicanti. Un luogo magico in cui passeggiare, dove è facile perdersi – ma anche ritrovarsi – passeggiando tra natura, arte, libri e cultura.

Al centro del labirinto infatti c’è una grande corte, dove si trovano ampi spazi dedicati alla cultura: il museo, che ospita una collezione permanente di opere dal sedicesimo al ventesimo secolo, una grande biblioteca, una cappella a forma di piramide e spazi per eventi e mostre temporanee. Naturalmente non mancano i luoghi di ristoro dov’è possibile apprezzare la gastronomia locale.

 

IMG1

ROCCA SANVITALE

Altro luogo d’interesse è la rocca Sanvitale, imponente fortezza medievale che si erge al centro del borgo circondata da un ampio fossato colmo d’acqua.

Nata come fortezza difensiva, la rocca è stata a lungo residenza nobiliare e oggi è un museo che racchiude gli affreschi manieristi del Parmigianino e dove vengono ospitati eventi musicali, gastronomici, culturali e altri ancora.

 COSA MANGIARE

Salumi e culatello sono tipici di questo territorio, insieme ai tortelli alle erbette e alla zucca. Assolutamente da non perdere il riso alla parmigiana, anatra e faraona arrosto, coniglio alla cacciatora e scaloppe alla parmigiana. Il tutto naturalmente accompagnato dai deliziosi vini dei colli.