Tieni a mente

  • ricordati di prenotare la visita

Non ci troviamo in un film di fantascienza, è tutto vero: questo progetto architettonico è reale è frutto del desiderio di Tomaso Buzzi, architetto, progettista e arredatore milanese (1900 – 1981). Per raggiungere la città-teatro bisogna andare in Umbria, in provincia di Terni e impostare come destinazione finale Montegabbione! Gli ultimi due 2 km sono da fare preferibilmente a piedi ma un po’ di fatica vale la pena farla, sarete ripagati! Oggi La Scarzuola è di proprietà privata ed è possibile visitarla su prenotazione.

 

MontegabbioneMontegioveLaScarzuola02

 

Prima di partire per questo viaggio così inconsueto bisogna sapere che alla base del progetto architettonico di Buzzi c’è l’antico convento fondato da San Francesco d’Assisi (1218). Il complesso monasteriale fu poi acquistato e restaurato da Tomaso Buzzi nel 1956; due anni dopo diede inizio alla costruzione della sua città ideale a fianco del convento. I lavori procederono per ben 22 anni ma la città ideale rimase volontariamente incompiuta.

 

Scarzuola2

Ad accogliere i visitatori la chiesetta della Scarzuola vicino a una caverna incavata nella roccia dove si narra che San Francesco abbia fatto sgorgare una sorgente sacra. Ci si ritrova davanti a tre porte: Mater Amoris; conduce al vascello di cui Cupido è il timoniere, Glora Dei che porta al convento e alla chiesa e in fine Gloria Mundi che riporta al punto di partenza per attestare delle inutilità delle cose terrene. Superata la parte sacra delle Scarzuola si entra nella città ideale con sette scene teatrali. L’apice della Scarzuola è costituito nell’Acropoli dal Teatrum Mundi. Impressionante è il grande occhio che sorveglia la città di Buzzi. Al posto della pupilla è stato posizionato uno specchio. Il Teatro dell’Arnia decorato con decine di api placcate d’oro è simbolo dei pensieri agitati e rumorosi di Tomaso Buzzi.

Al Tempio della Madre Terra si scorge il gigantesco busto di donna, Donnone, che simboleggia madre terra e che fa la guardia a due porte; Porta della Scienza e della Tecnica e Porta dell’Arte e della Fantasia. Uno dei passaggi più emblematici è La Bocca della Balena di Giona.

Queste sono solo alcune mete che incontrate durante il viaggio nella città ideale di Tomaso Buzzi dove architettura da un lato e la inconfondibile natura umbra fatta di quieti boschi dall’altra, creano un connubio veramente unico!

Per prenotare una visita: http://www.lascarzuola.com/