Tieni a mente

  • Il complesso monumentale di San Galgano è una frazione del comune di Chiusdino a 30 Km da Siena al confine con Grosseto fra Monticiano e Chiusdino
  • Per arrivarci è consigliabile avere la macchina, così da poter poi girare indisturbati per la Val di Merse
  • Non dimenticate di assaggiare i famosi salumi della Cinta Senese

Seppur la leggenda della Spada della Roccia sia tutta bretone, sarete sorpresi di scoprire che una Spada misteriosamente conficcata in una roccia esiste veramente ma in Italia.

In Toscana, al centro di una valle isolata, dotata di un fascino eccezionale, a circa 30 km da Siena, si trova l’antichissima Abbazia cistercense di San Galgano e una piccola cappella, la Rotonda di Montesiepi, all’interno della quale una spada è effettivamente incastonata nella roccia. La leggenda vuole che venne inserita nella pietra da Galgano Guidotti in segno di rinuncia della violenza e grazie a intercessione divina.

Si tratta ovviamente di una delle reliquie più affascinanti e misteriose dell’intera regione. La spada cruciforme sporge da uno sperone di roccia inserita nel pavimento in cotto della minuscola chiesetta, sulla collina a 50 metri dall’Abbazia. A seguito di approfondite analisi metallografiche risulta effettivamente risalente al 1170. La storia di Galgano Guidotti è narrata con dovizia di particolari dagli splendidi affreschi che potrete ammirare sulle pareti di questo luogo di preghiera.

spada-nella-roccia-toscana

Galgano era un giovane cavaliere di nobili origini, che, si racconta, in seguito all’apparizione dell’Arcangelo Gabriele decise di rinunciare alla violenza e alla ricchezza e di vivere come eremita, in povertà, nel luogo dove si trova, per l’appunto, la spada. Qui i cistercensi si appropriarono della sua leggenda e vi costruirono la Chiesa e l’Abbazia. Il fatto che proprio quest’ordine monastico fu il più assiduo sostenitore della leggenda arturiana rende il tutto ancora più suggestivo e misterioso. Sono i Bretoni che hanno importato una leggenda toscana o il contrario?

Rotonda_di_Montesiepi

L’architettura della Rotonda di Montesiepi è inoltre carica di simbolismi celtici e templari. La cupola è costituita da cerchi concentrici e riporta ad un simbolismo pagano, essendo a pianta circolare come gli antichi templi; lo stesso bosco circostante ricorda anche emotivamente e spiritualmente, un’ara celtica/etrusca. La Spada di San Galgano è oggi protetta da una teca, anche per proteggerla da eventuali atti di vandalismo.

Anche l’Abbazia di San Galgano è un luogo dotato di notevole suggestione, soprattutto perché il tetto è crollato e ne rimane solo lo scheletro esterno, donandole così un aspetto un po’ magico e nelle giornate di nebbia decisamente spettrale. Curiosamente anche l’Abbazia di Glastonbury, dove dicono che siano sepolte le ossa di Re Artù, è senza tetto!

Tutta la Val di Merse è un luogo incantevole e riservato, da visitare, oltre che per la Spada nella roccia, anche per i deliziosi piccoli borghi come Torri, a pochi passi da Sovicelle, e Chiusdino, Poggio Civitate e Murlo, con il suo straordinario Museo etrusco.