Nello scorso post abbiamo parlato dei più bei castelli del Veneto, includendo nell’elenco di queste meraviglie anche il Castello del Catajo. Ma c’è una cosa che non sapete: nonostante il nome e l’aspetto, il Castello del Catajo rientra a tutti gli effetti nel novero delle incantevoli ville venete!

Le ville venete sono una tipologia di residenza patrizia che fu molto popolare nei “domini di Terraferma” della Repubblica di Venezia tra il XV ed il XIX secolo.

Il legame tra castelli e ville venete sta nella loro struttura: caduti in disuso i bellissimi castelli di memoria medievaleggiante, anche se situati in aree di grande valore paesaggistico, la nobiltà veneziana iniziò a volere sempre di più edifici che potessero mantenere gli elementi stilistici tipici dell’architettura della città di Venezia conservando al contempo le romantiche suggestioni rurali molto di moda a quel tempo. Nacquero così le prime ville venete, eguagliando per sfarzo i palazzi di città con i loro immensi e rigogliosi giardini costituiti da piante esotiche e siepi potate a disegno. Ad oggi sono presenti oltre 4.000 ville venete nella regione, ognuna con la propria storia e le proprie caratteristiche.

Digital image

Un nome che più di tutti è riconducibile alla elegante architettura di questi meravigliosi edifici è quello dell’architetto Andrea Palladio, che nel corso del Cinquecento arrivò a formare uno specifico tipo di villa veneta, nota con il nome di villa palladiana. Ben 24 ville venete di tipo palladiano sono state inserite nella lista dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

Una delle più celebri è sicuramente Villa Pisani, a Stra, emblema perfetto della bellezza delle ville venete della Riviera del Brenta. La villa è ricordata soprattutto per i suoi arredi e per le opere d’arte del Settecento ed Ottocento che arricchiscono i suoi interni, tanto da essere oggi sede di un museo nazionale comprendente più di 168 stanze. Al suo interno si trova il maestoso salone delle feste, che ospita il capolavoro di Giambattista Tiepolo l’Apoteosi della famiglia Pisani.

Villa_Pisani_in_Stra_2006-08-13

Situata a Fanzolo di Vedelago, in provincia di Treviso, Villa Emo è un’altra delle più popolari ville venete, presente in ogni manuale di Storia dell’Arte per le sue lunghissime barchesse e il geometrico rigore delle forme. La villa fu realizzata da Andrea Palladio verso la metà del XVI secolo, dopo che l’architetto padovano ebbe già realizzato edifici simili negli oltre vent’anni di attività che contraddistinsero il suo lavoro. Se gli esterni risultano essenziali, gli interni di Villa Emo sono al contrario estremamente ricchi grazie alle decorazioni e agli affreschi di Giovanni Battista Zelotti che vi stupiranno per i colori brillanti e per i bellissimi racconti mitologici che il ciclo raffigura.

Villa_Emo_Fanzolo_fronte_2009-07-18_f04

Villa Contarini, che potrete trovare a Piazzola sul Brenta, è anch’essa una delle ville venete più frequentate dai turisti soprattutto grazie al ricco aspetto barocco che la caratterizza e per i grandi giardini che la circondano. Villa Contarini è sede spesso di ricevimenti, concerti ed altre attività di tipo culturale che richiedono contesti da sogno come quelli offerti dai meravigliosi affreschi che la villa può vantare.  L’impianto scenografico di Villa Contarini è tuttavia offerto soprattutto dal vasto giardino retrostante, di oltre quaranta ettari, ricco di magnolie secolari e dotato di un laghetto che ospita numerose specie animali.

Villa_Contarini_Piazzola_by_Marcok_2009-08-08_n01

Un altro giardino che merita assolutamente una visita è quello di Villa Barbarigo Pizzoni Ardemani, una delle più spettacolari ville venete situata a Valsanzibio di Galzignano Terme, in provincia di Padova. Il parco di Villa Barbarigo a Valsanzibio copre circa 15 ettari e rappresenta un raro esempio di giardino simbolico seicentesco comprensivo di un complesso sistema di fontane ancora oggi funzionanti e di oltre 70 statue in pietra d’Istria. Il giardino della villa si completa di piccole cascate, ruscelli, laghetti e soprattutto di un bellissimo labirinto in bosso.

ValsanzibioVilla

Il giardino della villa si completa di piccole cascate, ruscelli, laghetti e soprattutto di un bellissimo labirinto in bosso.

ValsanzibioFontana_della_Pila

Il nostro tour delle ville venete si completa con Villa Manin, una delle dimore storiche del Veneto più belle e più ricche di storia. Villa Manin, situata a Passariano di Codroipo, in provincia di Udine, fu la dimora dell’ultimo doge di Venezia, Ludovico Manin, e fu anche sede del celebre trattato di Campoformido stipulato tra Francia ed Austria nel 1797. La villa, oltre che per la sua architettura e per il suo giardino alla francese, è ricordata anche per le settecentesche opere d’arte che conserva, in particolar modo gli affreschi di Ludovico Dorigny. Oggi Villa Manin è sede di un centro di arte contemporanea ed ospita numerose mostre internazionali e concerti musicali: tra i numerosi artisti di rilievo internazionale ad aver eseguito i propri brani nell’ampio giardino di fronte alla esedra della villa ricordiamo i Radiohead, i R.E.M., gli Iron Maiden e i Foo Fighters.

800px-Codroipo01