La città di Catania è uno dei capoluoghi della città metropolitana di Catania, situata nell’isola siciliana e si estende alle pendici sud-est del Monte Etna.

Rappresenta il centro dell’area metropolitana più densamente popolato della Sicilia che conta circa 1.700.000 abitanti su una superficie di 2.400 chilometri quadrati. Infatti, è il decimo comune d’Italia per popolazione.

Catania offre diversi paesaggi inseriti in un unico panorama che risulta eterogeno e allo stesso tempo mozzafiato, concentrato in un’area ristretta. Katane, chiamata così in greco antico, sorge sulla costa orientale della Sicilia, ai piedi dell’Etna (chiamato in dialetto catanese “Sua maestà”) a metà strada tra Messina e Siracusa. Inoltre, la parte sud-est della città è pianeggiante mentre, la parte a nord, è montuosa per la presenza dell’Etna, il vulcano attivo e più alto d’Europa.

Originariamente, Catania sorge sulla collina di Monte Vergine, originatasi da un’eruzione dell’Etna avvenuta tra i 15 mila e i 4000 anni fa. Oggi questa collina corrisponde all’attuale Piazza Dante Aligheri, uno dei centri del polo universitario catanese, dov’è presente il Monastero di San Nicolò l’Arena, ex Monastero dei Benedettini che ospita oggi la facoltà di lettere e filosofia.

Il Monastero San Nicolò l’Arena rappresenta una particolarità della storia culturale di questa città che deve essere assolutamente visitata.

A causa delle violenti eruzioni dell’Etna, Catania venne resa al suolo più volte, ma l’ultima data di costruzione del monastero risale al 1702, anno in cui l’abate Ideldorfo Arezzi, chiamò l’architetto messinese Antonino Amato, il quale, con i figli Andrea e Tommaso, disegnò e approntò gli intagli delle decorazioni dei prospetti esposti a est e a sud, una serie di pilastri bugnati a diamante e balconi con decorazioni a festoni, volute, cornucopie, mascheroni, figure acrobatiche e putti. Tutto l’apparato decorativo fu eseguito in pietra bianca proveniente dalle cave di Siracusa.

Piazza del Duomo di Catania è la principale piazza della città posta al crocevia di tre strade che confluiscono nella piazza, ossia la via Etnea, lo storico asse cittadino piena di negozi da vedere, la via Giuseppe Garibaldi e la via Vittorio Emanuele II che la attraversa da est a ovest.

Sul lato orientale della piazza sorge il Duomo, con la maestosa cattedrale di sant’Agata, patrona della città che viene festeggiata il 5 febbraio.

Un altro monumento da vedere assolutamente a Catania è il Teatro Massimo Bellini inaugurato nel 1890. Durante tutti questi anni, il teatro, propulsore della musica, ha visto passare nel suo suggestivo palcoscenico molti nomi dei più grandi musicisti del Novecento regalando grandi emozioni al popolo catanese.