Prima città greca e romana, poi capitale araba, in seguito conquistata dai normanni e svevi.

Questa è Palermo, il punto ideale per iniziare a conoscere la Sicilia per le sue tradizioni e per la sua cultura.

Il capoluogo siciliano è il principale centro urbano di tutta l’isola ed il quinto comune italiano per popolazione, nel quale convivono la preziosità arabesca e normanna, il gusto barocco e liberty dei monumenti, palazzi e teatri ma anche giardini e mercati. La cittadina offre l’occasione di vivere esperienze molto diverse tra loro. Per gli amanti dell’arte e della storia è obbligo una visita al Palazzo dei Normanni, alla Cattedrale di Palermo, al Duomo di Monreale, alla Cappella Palatina per non parlare del Museo Salinas, la Galleria d’arte moderna di Sant’Anna, il Palazzo Abatellis e moltissimo altro ancora.

Palermo mercato

Per gli amanti delle tradizioni popolari per conoscere il popolo palermitano non si può non visitare gli antichi rioni mercantili come la Vucciria, il mercato di Ballarò ed il mercato del Capo o fare un giro per le vie principali di Palermo,via Maqueda e Via Vittorio Emanuele, fino a piazza Vigliena, o meglio conosciuta Quattro Canti.

Palermo, piazza Quattro Canti

Palermo vuol dire anche tradizione gastronomica con alcuni piatti simbolo della città come la caponata, gli anelletti al forno, la pasta con le sarde, il polpo bollito, la cassata e i cannoli, la granita siciliana
ed ancora tanto steet food con le panelle, lo sfincione, le arancine, il pane ca’ meusan ed il pane cunzato.

Palermo Street Food

Palermo è davvero la culla delle diversità unite assieme, culla di un popolo dalla forte vivacità ed ospitalità. Due luoghi però spiccano su tutti nella meravigliosa Palermo e sono la Cattedrale ed il Teatro Massimo. La prima, la Cattedrale della Santa Vergine Maria Assunta e l’opera più caratteristica della città. Costruita nel 1184, fu edificata su un precedente luogo di culto; divenne moschea durante il periodo arabo e riconvertita in edificio cristiano a seguito della cacciata dei saraceni e l’insediamento dei normanni.

Palermo Cattedrale

Il secondo, Il Teatro massimo Vittorio Emanuele, è il più grande teatro lirico d’Italia e uno dei più grandi in Europa. La costruzione inizio nel 1875, ad opera dell’architetto Giovan Battista F. Basile, poi proseguita alla sua morte dal figlio Ernesto. L’apertura ufficiale avvenne nel 1897 con Falstaff di Verdi, ne susseguirono opere e nomi celebri come, oltre a Giuseppe Verdi, Antonino Palminteri, Richard Wagner e Vincenzo Bellini.

Palermo Tetro Massimo

Non vi è città più unica di Palermo, casa di un popolo che fa delle tradizioni e della loro terra la forza più grande. Un luogo da ammirare con rispetto e vivere con amore.