Pistoia ha molto da offrire – dopo tutto, l’incantevole luogo toscano è stato dichiarato Capitale della Cultura italiana nel 2017. Numerosi edifici del XIV secolo, splendide piazze e tesori d’arte nascosti: Pistoia è un gioiello assoluto e offre tantissimi punti salienti di luoghi più noti della Toscana.

Il modo migliore per raggiungere Pistoia è attraverso gli aeroporti di Firenze e Pisa. Grazie alla vicinanza a queste due famose città, il luogo è stato finora risparmiato dalla folla di turisti e offre tutt’oggi ancora un tocco autentico.

La città fu probabilmente fondata nel II secolo a.C. per ragioni militari e commerciali. La costituzione di Pistoia risale, quindi, al tempo in cui i romani organizzarono le comunicazioni dell’Etruria e in particolare della Via Cassia, che divideva la Toscana. Fu distrutta dagli Ostrogoti (477) e nel 570 Pistoia occupata dai Longobardi, che abbatterono le mura della città e dichiararono che era la città rafforzando il suo sistema di difesa. Potette godere di un periodo di splendore e di ripresa economica. Nel medioevo fece parte del territorio della signoria medicea diventando poi Granducato di Toscana.

Cosa vedere

Chiunque passeggi per la città antica ha voglia di essere trasportato indietro nel tempo. Il centro del centro è rappresentato dalla Piazza del Duomo con la Cattedrale romanica di San Zeno del 13 ° secolo. La particolarità della cattedrale è il campanile a più piani, che è stato costruito nel corso di diversi anni. Altri luoghi da non perdere sono il battistero con la facciata bianco-verde e il Palazzo Comunale, che ospita il museo comunale.

Un altro edificio famoso è l’Ospedale del Ceppo, un ospedale del 13 ° secolo che era in funzione fino al 2013. Nella hall è possibile visitare il grande fregio in maiolica di Della Robbia.

Una delle piazze più vivaci della città è Piazza della Sala, dove troverete un mercato e numerosi caffè e bar. C’è sempre qualcosa da fare sia di giorno che di notte. Da visitare anche la Chiesa della Madonna dell’umiltà: questa ha la terza cupola più grande di tutta Italia e ricorda fortemente la cattedrale di Firenze.

Una visita merita anche la pieve di Sant’Andrea con lo splendido pulpito di Giovanni Pisano, o ancora la Chiesa del Tau decorata di bellissimi affreschi medievali.

Alzando lo sguardo di chi visita questa meravigliosa città verrà attirato dal marmo bianco e nero che decora l’esterno della chiesa di San Giovanni Fuorcivitas. Poco oltre si può raggiungere il complesso della chiesa di San Filippo Neri e della Biblioteca Fabroniana.

Per un incontro più intimo con Pistoia è utile visitare i Musei Civici di Pistoia presso il Palazzo Comunale, dove si può ammirare un concentrato di arte antica, ma anche approfondire l’arte del Novecento e contemporanea (Palazzo Fabroni).

A Pistoia non ci sono solo luoghi meravigliosi che raccontano la storia, ma anche una grandiosa natura. Grazie alla sua posizione ai piedi dell’Appennino, la città offre grandi opportunità per escursioni a piedi e in mountain bike. Inoltre, in inverno è anche possibile sciare! Infatti, sono disponibili oltre 50 chilometri di piste.  

Parlando di gastronomia ci troviamo davanti a una grande varietà di piatti dai sapori decisi e rustici come la storia di questa terra. Fagioli di Sorana IGP, olio extra vergine d’Oliva, funghi, castagne e i profumatissimi frutti di bosco sono solo alcuni dei deliziosi prodotti che fanno da ingrediente a tanti deliziose specialità. Una tra tutte il brigidino; una piccola cialda dorata fatta con uova, farina, zucchero e anice. Si tratta di una ricetta inventata dalle suore di Santa Brigida nel XVI secolo.