Pitigliano è una delle città che più si addice alla nuova stagione autunnale grazie alle tonalità calde che il suo centro storico costruito su blocchi di tufo riflette al calar del sole.

Pitigliano è una cittadina della Toscana, in provincia di Grosseto, conosciuta soprattutto per il suo caratteristico centro storico costruito su blocchi tufacei, che come altre bellissime cittadine della zona del calibro di Sorano ed Orvieto rientra a pieno titolo nella lista dei borghi più belli d’Italia.

Il territorio su cui è situata Pitigliano è quello della regione della Maremma che spazia dal confine con la regione del Lazio sino alla catena montuosa dei Volsini, che è una zona tipica del tufo. Infatti, arrivando a Pitigliano salendo la strada regionale 74 Maremmana è impossibile non notare le caratteristiche case arroccate sul grande sperone di tufo che rappresenta il simbolo della città.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ed è proprio grazie a questo blocco di tufo che Pitigliano viene ricordata con affetto dai suoi visitatori, innamorati del panorama che ingloba l’intero caseggiato per chi viene dal mare. La stagione ideale per ammirare questa meraviglia della natura è proprio l’autunno, dal momento che i colori del tufo in questa stagione risultano più intesi alla vista, baciati da sole ed in contrasto con il cielo blu.

La rupe di Pitigliano è circondata su tre lati da altrettanti burroni, pieni di grotte scavate nel tufo, che celano una città sotterranea con cavità che si estendono fino ai 100 metri: è qui che è possibile trovare le caratteristiche cantine della città che custodiscono i più vini più importanti della produzione tipica locale.

2

Dall’alto dello sperone di tufo non potrete che restare incantati dal via vai della gente e del colorito vociare dei maremmani. Arrivati nel centro storico di Pitigliano, potrete seguire il passaggio pedonale che consente di apprezzare il meglio della cosiddetta piccola Gerusalemme, così conosciuta per la storica presenza di una comunità ebraica da sempre integrata nel contesto sociale cittadino e che infatti qui aveva costruito una sua sinagoga, di grande importanza per il circondario.

3

Passeggiando per il borgo di Pitigliano rimarrete incantati dalla cinquecentesca Fontana delle Sette Cannelle, in piazza della Repubblica, senza dimenticare il suggestivo Duomo dei Santi Pietro e Paolo, di epoca medioevale, caratterizzato da un’affascinante facciata tardo-barocca.

4

Perdetevi tra le numerose botteghe ed osterie tipiche che affollano i vicoli di Pitigliano a testimonianza dei prodotti più celebrati della tradizione eno-gastronomica locale, come i pici con ragù di lepre, altri piatti preparati con carne di cinghiale o gli Sfratti, dolciumi di origine ebraica che richiamano il grande legame che la città ha intessuto nei secoli con questa cultura.

5