Venite in inverno a esplorare la vera anima di Portovenere, questo delizioso borgo che chiude il Golf dei Poeti, su un frammento di terra che si estende verso l’isola Palmaria.

palmaria

Questa stagione è perfetta per passeggiar e, magari, avanzare in salita verso uno sperone scosceso da dove liberare lo sguardo verso il Golfo dei Poeti. Senza il calore dell’estate e senza sudare, accompagnati dal silenzio e dal profumo dello iodio che fa anche bene respirare !

Parcheggiate in alto, lungo la strada appena al inizio della discesa a senso unico (i parcheggi sono gratuiti da ottobre a marzo). Poi procedete scendendo una delle vertiginose e infinite scalinate segnalate con scalini irregolari. Raggiungerete il lungomare con la spiaggia che ora è in letargo.

Il borgo

Le strette e coloratissime case attaccate una all’altra con i graziosi abbaini formano una catena che delinea la via verso ai moli con le barche che dondolano sulle onde del mare d’inverno. Incamminatevi nei carruggi che si scollegano dalla strada centrale, Via Cappellini, dove botteghe e negozi cattureranno la vostra attenzione. Risalite piano piano verso la meravigliosa Chiesa di San Pietro che si trova in una posizione fantastica, su una roccia che chiude il golfo. Non si può non soffermarsi in questo post, è suggestivo e di rara bellezza!

Chiesa_di_San_Pietro,_Porto_Venere,_Cinque_Terre_(tramonto)

La chiesa è stata consacrata nel 1198 ed è in stile gotico con fasce bianche e nere. Il suo interno è altrettanto grazioso e vi porterà verso il piccolo balcone a strapiombo sul mare. Scendendo accollati alla parete rocciosa verso il borgo arriverete al ingresso alle grotte di Byron. È proprio qui che il famoso poeta inglese si ritirava spesso per trovare ispirazione per le sue grandiose opere.

Castello Doria

La passeggiata continua fino ai gradini sotto il castello che è visitabile solo nel weekend (sabato e domenica, ingresso 5 €). Il castello risaldo al 12° secolo (seconda metà 1100) è imponente e domina il mare e il borgo. Castello Doria è considerato una tra le più imponenti costruzione belliche della Repubblica di Genova nel levante ligure.

EPSON DSC picture

È ora di rientrare in paese lungo il percorso di viottoli acciotttolati. Fermatevi nella piazzetta centrale per un aperitivo o fate una sosta su una delle panchine sul mare prima d’iniziare l’ ardua scalinata verso il parcheggio oppure, se non ve la sentite, prendete la strada che vi regalerà un ultimo sguardo sul mare d’inverno di Portovenere.