Tieni a mente

  • assaggiare le specialità romagnole come le piadine accompagnate da salumi, i tortelli ripieni di ricotta ed erbe e i cappelletti ripieni con formaggio o carne
  • partecipare all'iniziativa Mosaico di Notte durante il quale è possibile visitare di sera alcuni monumenti Unesco della città

L’altro volto della riviera romagnola: spente le luci estive di discoteche e locali notturni, un tour a Ravenna consente di scoprire un gioiello dell’arte paleocristiana e bizantina.

La riviera romagnola è sicuramente conosciuta per la sua vitalità durante la stagione estiva, quando il litorale e le numerose occasioni di divertimento notturno attirano una folla di giovani e di turisti.

Ma questi territori possono offrire molto altro al visitatore: ne è un esempio la straordinaria città di Ravenna che comprende nel suo centro storico numerosi monumenti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

La città è divenuta prima capitale dell’Impero Romano d’Occidente agli inizi del V secolo d.C., poi capitale del regno degli Ostrogoti e dell’Impero Bizantino. La sua importanza storica ne fece un centro di arte e cultura: in particolare essa è famosa per gli splendidi edifici religiosi paleocristiani e bizantini e per i magnifici mosaici risalenti al V e al VI secolo d.C.

I monumenti Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco a Ravenna

I gioielli d’arte paleocristiana e bizantina riconosciuti dall’Unesco sono tutti accomunati dalla presenza di preziose decorazioni a mosaico:

  • la Basilica di San Vitale, con le sue splendide decorazioni marmoree e musive, in particolare quelle dell’abside e del presbiterio;
  • la Cappella Arcivescovile con i mosaici raffiguranti il Cristo Guerriero;
  • il Mausoleo di Galla Placidia, piuttosto spoglio e semplice all’esterno ma che lascia stupefatto il visitatore per la magnificenza dei mosaici all’interno in stile classicheggiante e con colori molto vivi;
  • la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, le cui pareti della navata centrale sono completamente ricoperti da mosaici, e con il caratteristico campanile cilindrico sulla destra dell’edificio;
  • la Basilica di Sant’Apollinare in Classe, con i mosaici raffiguranti il santo partono della città, anch’esso affiancato da un campanile cilindrico;
  • il Mausoleo di Teodorico, costruito con grandi blocchi di pietra d’Istria e coperto un unico monolite sulla sommità;
  • il Battistero Neoniano con i mosaici raffiguranti il battesimo di Cristo;
  • il Battistero degli Ariani dalla forma ottagonale e splendidi mosaici che decorano la cupola.

Basilica di San Vitale - Ravenna

Altri edifici e monumenti di interesse a Ravenna

Ravenna accoglie la Tomba di Dante Alighieri che in essa morì esule nel 1321. Il monumento presenta una forma a tempio in stile neoclassico. Nelle vicinanze si trova anche il Museo Dantesco mentre in Piazza Garibaldi è ubicato il Teatro dedicato al sommo poeta.

Merita una visita anche la Chiesa di San Francesco con la sua cripta che, situata sotto il livello del mare, è costantemente immersa nell’acqua risalente dalle falde acquifere. La cripta, decorata da splendidi mosaici, si presenta quindi come una piscina dentro la quale nuotano diversi pesci.

Chiesa di San Francesco a Ravenna