Reggio Calabria può vantare un’origine antichissima: essa è infatti una delle più antiche colonie greche fondate in Italia meridionale, e nel corso del V secolo rivestì un importante ruolo politico ed economico all’interno dei domini della Magna Grecia.

Nonostante le origini antichissime, la città si presenta oggi agli occhi dei visitatori con un moderno impianto urbanistico. Ciò si deve al disastroso terremoto che nel 1908 rase al suolo gran parte della città, e da cui poi ripartì il lungo processo di ricostruzione che rimise in piedi la città. Oggi Reggio Calabria offre ai suoi visitatori una moltitudine di luoghi di interesse storico e culturale e un lungomare fra i più belli d’Italia, non a caso chiamato “il più bel chilometro d’Italia”.

lungomare_falcomatà1

Lungomare Falcomatà è senz’altro la via più nota della città: nonostante l’appellativo, la via si estende per ben più di un chilometro, da Piazza indipendenza a Piazza Garibaldi. La zona fronte a mare si caratterizza per la varietà di palme e specie vegetali che punteggiano la via e per i lampioni in stile liberty, che conferiscono quell’aria dal sapore un po’ retrò ed esotico allo stesso tempo. Questo tratto di Reggio Calabria è famoso anche per il suggestivo fenomeno della Fata Morgana, l’illusione ottica che permette di vedere le coste della Sicilia a distanza apparentemente ravvicinata.

Reggio_Arena1

Mare ma anche cultura: Reggio Calabria può infatti vantarsi di ospitare i celeberrimi e antichissimi Bronzi di Riace, presso il Museo Archeologico Nazionale: rinvenuti casualmente nel 1972, i Bronzi rappresentano uno dei capolavori dell’arte scultorea greca.

Tra gli altri siti archeologici da visitare nella città, vanno assolutamente menzionati l’ipogeo di Piazza Italia, le Mura Greche e le Terme Romane sul lungomare Falcomatà.

Terme_romane1

Numerose sono anche le chiese e i palazzi storici, a cominciare dalla Basilica Cattedrale Maria SS. Assunta in Cielo, situata in Piazza Duomo, passando poi per il Teatro Francesco Cilea in Corso Garibaldi, che detiene il primato di teatro più grande della regione Calabria.

cattedrale_reggio1

Da non perdere il suggestivo Castello Aragonese, possente edificio militare la cui origine risale probabilmente addirittura al 549, durante l’invasione dei Goti.

Castello_aragonese1

Dalla passeggiata per il lungomare Falcomatà per godere della splendida vista del mare, alla centralissima via Garibaldi, passando per corso Vittorio Emanuele e le sue architetture in stile liberty, Reggio Calabria si apre allo sguardo offrendo un insieme di luoghi e scorci di fascino da scoprire a poco a poco e da cui lasciarsi conquistare.

corso_vittorio_emanuele1

E prima di lasciare la città, non dimenticatevi di assaggiare qualche piatto tipico della tradizione calabrese: dai saporiti primi piatti come i cacocciuli cà pasta (pasta con cardi selvatici), la pasta ca muddica e alici, ai sostanziosi secondi come il pesce spada al salmoriglio. Immancabile per concludere degnamente il tutto la ‘Nzuddha, dolce tipico regionale di origine araba a base di pasta non lievitata, miele e liquore.