Tieni a mente

  • Tra le cose da visitare anche il Museo delle Torture situato a Porta S. Giovanni

Gli Etruschi fondarono San Gimignano nel III secolo a. C. sulla via del pellegrinaggio medievale. Tuttavia, molti dei documenti trovati raccontano la storia solo a partire dal X secolo, quando la città ricevette il nome di Mons. San Geminiano, che difese la città dagli Unni di Attila. Durante il medioevo e il rinascimento fu una tappa in cui i pellegrini cattolici si fermarono per recarsi a Roma. San Gimignano si è sviluppata grazie al commercio dei suoi prodotti agricoli.

Nel 1199, questa piccola città cominciò a fiorire conquistandosi l’indipendenza dai vescovi di Volterra e nonostante venne contesa tra Guelfi e Ghibellini San Gimignano venne arricchita da opere d’arte e di architettura.

A partire dal 8 maggio 1300 Dante Alighieri venne proclamato ambasciatore del partito Guelfo in Toscana a San Gimignano. La città godé per quasi 5 decenni di gloria, fino al 1348, quando fu costretta a sottomettersi a Firenze dopo essere stata colpita dalla peste nera che colpì tutta l’Europa. Nel XIX secolo l’importanza turistica di San Gimignano iniziò a farsi largo e grazie alle sue caratteristiche e eredità artistiche si confermò molto presto come meta ambita.

san-gimignano-228455_960_720
Cos’è San Gimignano oggi?

San Gimignano è una piccola città con poco più di 7000 abitanti, ha ancora le sue mura medievali originali e si trova a circa 40 minuti da Siena e Firenze. San Gimignano è uno dei molti punti d’interesse in Toscana. La sua imponente architettura medievale ha reso questa città famosa nel mondo grazie alle sue torri. Il centro storico di San Gimignano è stato dichiarato patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 1990.
Curiosità su San Gimignano

  • Sapevi che da molti San Gimignano viene denominata come la “Manhattan medievale” per le sue altissime torri? Infatti, San Gimignano è una roccaforte con 13 torri medievali ancora perfettamente conservati. In tutto ne furono costruiti circa 70, ma purtroppo vennero distrutti da guerre e catastrofi.
  • La torre rappresentava un segno di potere e le famiglie più importanti erano in competizione per costruire la torre più alta. La famiglia con il più grande potere e ricchezza potrebbe aggiungere piani in modo da vedere le mani che detengono il potere.
  • Sapevi che uno dei migliori vini bianchi italiani porta il nome di Vernaccia di San Gimignano? La Vernaccia è un vino bianco coltivato e prodotto nella zona di San Gimignano, con una tradizione secolare. La sua origine potrebbe risalire agli antichi Etruschi, ma a partire dal Rinascimento è uno dei migliori vini bianchi della Toscana.

 

san-gimignano-163039_960_720

Perché visitare San Gimignano?

Indescrivibile è la vista delle alte torri nel mezzo del borgo medievale di San Gimignano. Inoltre, la Piazza della Cisterna e la magnifica Santa Maria Assunta attirano lo sguardo.

La torre quasi senza finestre del Palazzo del Popolo è alta 54m e rappresentava il limite massimo per la costruzione di tutte le altre. A nessuno era permesso di sovrastare la torre del municipio! Se non hai paura delle alte quote sali sulla torre. La vista sulla città e sulle colline della Toscana è fantastica!

L’atmosfera che si respira nelle piazze, chiese, musei è quasi magica. Strade, piccoli vicoli, nonché le mura della città ben conservate con le sue cinque porte, sprigionano tutto il il fascino del medioevo.

 

Piazza della Cisterna

Meravigliosa, adornata da una fontana dal design accattivante. La bella piazza è delimitata dalle alte facciate delle case nobili, che oggi ospitano bar e hotel. Le esili torri sulla piazza testimoniano la competizione di famiglie benestanti. Allo stesso tempo fungevano da fortezze interne, perché le condizioni di guerra potevano prevalere tra clan divisi.

 

Collegiata Santa Maria Assunta

La Piazza della Cisterna è seguita da un ampio arco che porta in Piazza Duomo, il fulcro della vita religiosa e politica del medioevo. Tuttavia non è presente un duomo ma la basilica Collegiata di Santa Maria Assunta. Nel suo interno tre navate completamente dipinte con bellissimi cicli di affreschi magistralmente realizzati con temi dell’Antico e del Nuovo Testamento che conferiscono alla chiesa un’atmosfera unica.

 

Piazza del Duomo

Accanto ad essa si trova la già citata torre più alta con il Palazzo del Popolo. Il museo municipale con un bellissimo cortile e la deliziosa Pinakothek sono ora ospitati nell’edificio. Altri palazzi con possenti torri alte circa 50 metri e una loggia danno alla Piazza del Duomo un tocco in più.

27519365142_a492fc2ce4_b

Monastero Agostiniano

Ai margini del centro si trova la chiesa romanico-gotica di Sant’Agostino, la chiesa di San Agostino del XIII secolo. Le pareti interne sono decorate con preziosi affreschi raffiguranti la vita di Sant’Agostino.