Per gli appassionati dei cammini storici il Sentiero Matilde è un’esperienza legata non solo alla cultura, storia e  natura ma anche al gusto! Il Sentiero Matilde, nel cuore dell’Appennino Emiliano, è composto da una rete d’itinerari che si possono percorrere a cavallo, in bici e naturalmente a piedi
I vari percorsi (cinque)  sono ben segnalati e collegano le principali località storiche e naturalistiche che si trovano tra le alture reggiane e anche modenesi. Questi tragitti nel medioevo erano utilizzati dai Canossa che si spostavano tra la Toscana e l’Emilia. Ma ancora oggi, grazie a un ristretto numero di operatori locali, si può assaporare un genuino modo di accogliere i turisti.

Le tappe
Il tragitto tradizionale si snoda da Ciano d’Enza a San Pellegrino e prevede 5 tappe:

Tappa 1 Ciano d’Enza – Castelli di Rossena e di Canossa – Casina
Tappa 2 Casina – Marola (Abbazia) – Carpineti
Tappa 3 Castello di Carpineti – Cavola – Stiano – Corneto – Manno
Tappa 4 Cadignano – Romanoro – Panigale – diga di Fontanaluccia
Tappa 5 Roncadello – Colle del Morto – San Geminiano – Passo delle Radici – San Pellegrino in Alpe

Castello-di-Rossena-foto-Superstudio

Lungo il sentiero si rimane attratti dal fascino delle pievi, dei deliziosi borghi e dei castelli che nel periodo della Grancontessa, ma anche oggi, regalano al territorio un aspetto fiabesco. Da vedere i Castelli di Rossena (con il torrione di Guardia di Rossenella), Sarzano, Canossa e Carpineti. Tra i borghi citiamo Berdogno, San Pellegrino in Alpe, Manno, Pieve di Toano, la diga di Fontanaluccia, i paesetti di Civago e Frassinoro.

SONY DSC

Percorrere la strada di Matilde significa anche ritrovare antichi sapori, che ancora oggi entusiasmano i sensi per la loro semplicità e genuinità. I piatti sono stati arricchiti ma alla base ci sono ancora i prodotti tipici…e per fortuna che sono tante le trattorie che puntano sulla tradizione culinaria! Cappelletti in brodo, gnocco fritto accompagnato da salumi emiliani unici come il prosciutto di Parma e il lardo battuto, la torta salata “erbazzone”, il re dei formaggi il Parmiggiano-Reggiano.  Per racchiudere tutto queste bontà non può di certo mancare il frizzante e amabile Lambrusco.

sentiero matilde