Tieni a mente

  • L’ultimo fine settimana di Giugno si svolge il Festival dei Due Mondi, una kermesse per conoscere le tradizioni locali e la storia di Spoleto.

Situata a sud della Valle Umbra, Spoleto è l’incantevole città in provincia di Perugia in cui poter passare una giornata all’insegna del relax tra arte e natura, grazie al suo ricchissimo patrimonio storico-artistico, eredità delle diverse epoche storiche che Spoleto ha vissuto.

L’aspetto urbanistico di stampo romano si fonde perfettamente con l’atmosfera medievale data dai numerosi edifici storici presenti sul territorio come l’antico Arco di Druso, risalente al I secolo e che fungeva da porta di accesso monumentale al foro della città.

arco_druso1

Una visita alla città non può prescindere dalla stupefacente Rocca Albornoziana, la maestosa costruzione che da Colle Sant’Elia domina la città. Fatta costruire nel XIV secolo dalla chiesa, la Rocca fungeva sia da fortezza di tipo militare che da elegante residenza per ospiti di alto rango.

Rocca_Albornoziana1

Dalla Rocca è possibile poi accedere al pittoresco Ponte delle Torri, il ponte simbolo della città che collega Colle Sant’Elia a Monteluco. Arrivando all’altro lato sarà possibile visitare il Fortilizio dei Mulini.

Ponte_delle_Torri1

Un luogo inusuale da visitare è costituito sicuramente dal Ponte Sanguinario, visitabile…sottoterra! Proprio così, per visitare questo singolare ponte dovrete avventurarvi nel sottosuolo di Spoleto in corrispondenza della parte est di Piazza della Vittoria a breve distanza da Porta San Gregorio e dalla Basilica di San Gregorio Maggiore.

Un tempo utilizzato come attraversamento del torrente Tessino, a causa delle frequenti inondazioni del fiume e dai depositi che causarono un innalzamento del livello stradale, il ponte rimase sepolto per diversi anni fino a quando non venne rinvenuto nei primi decenni del 1800.

Non mancano le architetture religiose a Spoleto: dalla Chiesa di San Salvatore alla Chiesa di sant’Eufemia solo per citarne alcune, l’eredità lasciata dallo stato pontificio è ricchissima. Edificio simbolo della città è sicuramente il Duomo o cattedrale di Santa Maria Assunta, al cui interno è possibile ammirare il ciclo di affreschi Storie della Vergine di Filippo Lippi.

Spoleto_Duomo1

Spoleto è situato in una cornice naturalistica che offre tante opportunità per gli amanti della natura e della vita all’aria aperta. La famosa passeggiata di Monteluco vi permetterà di trascorrere piacevoli momenti di relax immersi nel verde del bosco di lecci.

Monteluco1

Tra una visita e l’altra non fatevi mancare una pausa ristoratrice, magari in un ristorante del luogo dove poter assaggiare i piatti tipici della tradizione umbra come gli strangozzi alla spoletina, la frittata coi tartufi e i sostanziosi e gustosissimi dolci come la crescionda, dolce tipico di carnevale e la attorta, gustosa pasta sfoglia con le mele.

strangozzi