Close

Cosa stai cercando?

, arte - cultura - di Travel Blogger MyItaly

Siracusa: mille anni di storia e leggende

La città di Siracusa, definita da Cicerone “la più bella città della Magna Grecia” sorge sulla costa sud – orientale della Sicilia nella cornice circondata da un suggestivo porto naturale racchiuso dall’isola di Ortigia e dall’altopiano dell’Epipoli.

La particolare posizione geografica disposta tra terra ferma e mare, e la suggestiva macchia mediterranea formata da piante di agrumi, olive e fichi d’india, hanno reso famosi i tramonti siracusani in tutto il mondo.

Siracusa, Sarausa in siciliano, fu fondata da una colonia di corinzi nel 734 a.C. e godette di un importante crescita politica culturale, al pari di Atene ed Alessandria, grazie alle numerose culture che si sono alternate sul territorio ampliandone ricchezza e prestigio.

Per secoli fu Capitale di Sicilia fino alla conquista da parte degli Arabi nell’878 che ne segnò il lento declino. L’insieme di ricchezze storiche, architettoniche e paesaggistiche che ne caratterizzano l’aspetto, hanno fatto di Siracusa patrimonio dell’UNESCO nel 2005.

Curiosità storiche

Il capoluogo siciliano è stata una delle prime polis ad utilizzare l’aquila come stemma della città, simbolo della supremazia dello Stato per volontà divina. Più recentemente, nel XV secolo, l’immagine dell’aquila fu sostituito da quella di una fortezza, fino a quando nel XVIII secolo, i due elementi più longevi della storia siracusana furono uniti a formare quello che oggi è lo stemma di Siracusa: l’aquila turrita cinta da corona.

Si deve alla florida attività di coniatura siracusana la popolarità e diffusione del Triscele, l’antico simbolo formato da tre spirali unite al centro. Per molti esperti, la monetazione di Siracusa è uno degli esempi di maggiore successo, non solo per la grande varietà di esemplari ritrovati, ma per il profondo legame con la situazione politica allora presente.

Cosa vedere

Il centro storico e cuore della città di Siracusa è rappresentato da Ortigia, un’isola grande poco più di un km quadrato in cui si concentrano bellezze architettoniche e artistiche millenarie.  Tra le opere di maggiore rilievo spiccano:

La Fonte Aretusa con piante di papiro situata nel centro storico a specchio sul mare. La struttura formata da due centri concentrici è stata motivo d’ispirazione per molti poeti e scrittori come: Pindaro, Mosco, Ovidio, Virgilio e D’annunzio.

La Cattedrale Metropolitana della Natività di Maria Santissima, oggi patrimonio dell’UNESCO, che rappresenta uno dei templi dorici più suggestivi dedicato alla dea Atena e successivamente convertito in chiesa con l’avvento del cristianesimo.

Il Teatro Comunale, il Teatro Greco e il Piccolo Teatro dei Pupi di Siracusa testimoni dell’importanza rivestita dalla città nella consacrazione dell’arte teatrale, in particolare di quella comica.