Close

Cosa stai cercando?

Pesaro e Urbino
, pesaro urbino - di Travel Blogger MyItaly

I mille volti di Pesaro e Urbino

Palazzi rinascimentali o spiaggia, movida e stabilimenti balneari? A Pesaro e Urbino tutto è possibile! Ma prima di parlare di questo incantevole territorio fatto di prati, monti, spiagge e mare facciamo un passo indietro nell’antica storia!

Affacciata a est sul mare Adriatico, confinante a nord con l’Emilia-Romagna e Repubblica di San Marino, a sudest con la provincia di Ancona, a sudovest con l’Umbria e a ovest con la Toscana si capisce subito come l’odierna Regione di Pesaro-Urbino fosse stata molto contesa un tempo. Infatti, fin dalle occupazioni celtiche della fine del V secolo a.C. essa fu un importantissimo punto di passaggio economico e culturale tra Italia peninsulare e padana e fino alla conquista romana (295 a.C.) fu parte della Gallia Cisalpina. Attraverso queste terre passava anche l’asse principale della Via Flaminia che univa Roma. Nel medioevo barbarico il territorio della provincia fece parte dell’Esarcato di Ravenna. Il periodo medievale è rinascimentale è legato fortemente alle vicende delle potenti famiglie aristocratiche; Montefeltro, Malatesta, della Rovere, Sforza.

Urbino

urbino-2937990_1280

Questa città rinascimentale (485 m s.l.m.) quasi totalmente conservata ricevette parti essenziali del suo aspetto attuale nel 15 ° secolo, sotto il dominio del Duca Federico da Montefeltro. Il suo intento era quello di costruire una “città ideale”. Una camminata nel centro storico pienamente murato è come tuffarsi in un’altra epoca. Il centro era ed è tutt’oggi il Palazzo Ducale, la cui edificazione iniziò nel 1468 e fu terminata solo 70 anni dopo. Oggi è il più importante fabbricato rinascimentale centenario in Italia e ospita la straordinaria “Galleria Nazionale delle Marche”, una delle più grandi collezioni d’arte del Rinascimento in tutto il mondo, in cui numerose opere di Raffaello, Piero della Francesca (con la famosa Flagellazione di Cristo), Paolo Uccello, Tiziano (la risurrezione) e altri artisti del XV secolo. Però, i tesori d’arte visibili oggi ai nostri occhi a Urbino sono solo una parte di quella che era la ricchezza della città. Infatti, dopo l’unione della città nello Stato Pontificio (1626), gran parte di essa andò a Firenze (Galleria degli Uffizi) e Roma (Musei Vaticani) portato. Di grande interesse culturale la Chiesa San Domenico, la casa natale di Raffaello e il Monastero Santa Chiara.

Urbino-palazzo_ducale03

Pesaro

La città di Pesaro, risalente all’età del ferro, a 11 m s.l.m. adagiata sulla costa adriatica è conosciuta con il soprannome di “città della bicicletta” grazie alla vasta rete di piste ciclabili. Tra i percorsi in bici da segnalare quello che da Pesaro porta a Fano lungo tutto il litorale in direzione sud! Ma questo piccolo gioiello delle Marche è anche conosciuto come la “città della Musica”. Questo perché è la città natale del famoso compositore Gioachino Rossini e il suo legame è sempre molto forte e radicato. Tant’è che nel 2017 Pesaro ricevette dall’UNESCO il riconoscimento di Città Creativa per la musica! Allegra, frizzante e colma d’iniziative culturali Pesaro offre anche tanti punti d’interesse architettonici: Chiesa di S. Agostino con notevole portale gotico-veneziano sulla facciata, il Santuario della Grazia (XIII), Rocca Costanza, il Palazzo Ducale (XV) fatto costruire da Alessandro Sforza, Casa e Teatro Rossini. Tra i musei da visitare il Museo archeologico Oliveriano e i Musei Civici con la Pinacoteca e il Museo delle Ceramiche.

Piazza del Popolo, Pesaro

Un soggiorno a Pesaro e Urbino è la soluzione perfetta per unire cultura e natura in un contesto unico!