Tieni a mente

  • Molto suggestivo il soggiorno nella foresteria della Sacra di San Michele
  • Più di un itinerario possibile presso la Fortezza di Fenestrelle: di breve durata per i meno atletici, fino a 9 ore per chi è più allenato

In Piemonte, a pochi passi da Torino, per scoprire posti incredibilmente suggestivi, castelli, fortezze e luoghi sacri.

Tutto il territorio piemontese è costellato da ricordi del Regno dei Savoia, come le immense Residenze Sabaude circondate da immensi parchi. Allo stesso tempo, spostandosi da Torino verso ovest si possono trovare anche luoghi dotati di un incredibile potere evocativo e magico, come la Fortezza di Fenestrelle e la Sacra di San Michele.

FORTE DI FENESTRELLE

Il Forte di Fenestrelle è una delle strutture fortificate più lunghe d’Europa, tanto da essere paragonata, a ragione, alla Grande Muraglia Cinese. Di per certo costituisce la più imponente fortificazione alpina d’Europa e dal 1998 è stata riconosciuta come monumento simbolo della Provincia di Torino.

Forte_Fenestrelle_07

La fortezza è stata edificata a partire dal 1727 per conto del Conte di Exilles, primo ingegnere di Sua Maestà il re di Sardegna. Ci vollero 122 anni perché raggiungesse l’aspetto odierno, un’immensa muraglia della lunghezza di quasi 3 chilometri. La fortezza di Fenestrelle è l’unica in Europa ad essere attraversata da una scala coperta di 4000 gradini, che può essere utilizzata in qualsiasi condizione atmosferica e su qualsiasi mezzo (per dire: a cavallo), e da una “Reale” di 2500 da cui si gode un incomparabile panorama.

Proprio per la sua struttura, la Fortezza è percorribile nei suoi 635 metri di dislivello e 3 chilometri di lunghezza in ogni condizione meteo, fiato permettendo. E’ costituita da un sistema di tre forti (il San Carlo, il Tre Denti e il forte delle Valli) e ha un’estensione di un milione di metri quadrati. Comprende anche, oltre a polveriere e cannoniere, 14 ponti di collegamento e ben 5 ponti levatoi interni. Abbandonata dall’Esercito alla fine degli anni ’90 è inoltre dotata di 183 fari per la sua illuminazione. Insomma un posto assolutamente da visitare, soprattutto ora che, restaurata, è oggetto di ottimi itinerari escursionistici, per scoprirla in tutti i suoi aspetti.

LA SACRA DI SAN MICHELE

sacra-san-michele-neve

Poco distante in linea d’aria, e più precisamente in Val di Susa, sul Monte Pichiriano, sorge un altro incredibile edificio, dotato di grande fascino: la Sacra di San Michele. Costruita intorno all’anno 1000 è costituita da un’Abbazia a cui poi nei secoli si sono aggiunti la Foresteria, il monastero, la nuova Chiesa e la Torre di Bell’Alda. Anche da qui si gode un panorama a dir poco incredibile.

Luogo dotato di grande suggestione, la Sacra è famosa anche per la linea magica di San Michele. Passava da qui, lungo la Via Francigena, chi percorreva il pellegrinaggio tra le tre basiliche/abbazie dedicate all’Arcangelo Michele. Si parte da Mont Saint Michel in Francia, si passa per la Sacra e si arriva al Monte Sant’Angelo di Puglia. Questi tre luoghi magici (e c’è chi dice che posizionandosi su una piastrella più chiara delle altre, presente in tutte e tre le chiese, si percepisca nitidamente l’energia scorrere) a più di 1000 km l’uno dall’altro, si trovano lungo una linea retta che le collega direttamente a Gerusalemme.