Terra di confine, il Trentino Alto Adige è una regione che ha dovuto costruire la propria identità e la propria storia a partire dalla coesistenza della diversità. Caratterizzata da un territorio prevalentemente montuoso la regione è da sempre popolata da molte comunità per le quali, in passato, l’incontro e lo scambio di idee e saperi è stato ostacolato dalle difficoltà dell’orografia.

Proprio questo limite fisico però dato vita a una moltitudine di tradizioni, costumi e pratiche che costituiscono una delle grandi ricchezze del Trentino Alto Adige. Ricette, leggende, feste popolari, abiti tipici e lingue o dialetti sono solo alcuni esempi delle varie forme in cui le molte voci del Trentino Alto Adige sono riuscite a esprimersi.

Trentino Alto Adige, feste popolari

Anche la sua posizione, un tempo contesa tra Italia e Austria, ha giocato un ruolo fondamentale nella definizione di un carattere che, non abituato a mediare, ha dovuto inventare un modo tutto suo per definirsi e raccontare la propria storia.

Oggi il Trentino Alto Adige è un regno incantato, che si specchia nel candore dei monti che gli fanno da corona e nell’acqua fresca e limpida dei suoi laghi dolomitici, un luogo capace di far risuonare il silenzio dei suoi boschi e lasciare spazio alla riflessione oltre che al divertimento.

Trentino alto Adige, lago

Ma è anche una regione consapevole di un passato importante che si manifesta nella bellezza architettonica e nella ricchezza turistica delle sue località, Trento, Bolzano, Brunico e Bressanone, solo per citarne alcune.

Sono davvero poche le opportunità che questa regione non riesce a offrire ai suoi visitatori. Sono invece moltissimi i modi in cui è possibile viverla e conoscerla. Il pensiero corre, ovviamente alle attività di montagna: escursioni e camminate sui sentieri che portano ai moltissimi rifugi, ciaspolate, sci, ferrate, trail e skyrunning. Arco è un punto di riferimento per chi voglia trascorrere un soggiorno all’insegna dell’arrampicata, ma il Trentino Alto Adige ha molto di più da dare.

Trentino Alto Adige, Ciaspolata

 

Dalla vacanza al lago presso le località della riviera del Garda, ai soggiorni di tipo culturale per visitare i musei, le chiese e i palazzi che testimoniano l’importanza della sua storia. Trento, ad esempio ospita il Muse, il museo delle scienze progettato da Renzo Piano, mentre a Rovereto è possibile visitare il Mart (Museo d’arte Moderna Contemporanea) e Al Museo Archeologico Dell’alto Adige, a Bolzano, sono conservati i resti della famosa mummia del Similaun. Sia Trento che Bressanone sono sedi vescovili e le città godono quindi della risonanza artistica e culturale che questa condizione comporta.Trentino Alto Adige, lago Garda

Ma la vera grande bellezza si cela anche nei dettagli nascosti che rendono unici tutti i piccoli paesi che popolano il suo territorio.

Non c’è stagione nella quale il Trentino Alto Adige non abbia qualcosa da regalare a chi lo voglia scoprire. Come non pensare ai mercatini di Natale che popolano le piazze e le vie innevate delle sue città, ad esempio Merano, o ai percorsi cicloturistici che permettono di scoprire con calma la dolcezza della primavera trentina e altoatesina.

Trentino Alto Adige, mercatini di natale

Tutto questo senza menzionare i percorsi gastronomici alla scoperta dei piatti tipici della regione: speck, canederli, spatzle , strudel e zelten sono solo un esempio, ingiustamente troppo rapido e superficiale, delle delizie che le diverse tradizioni della regione hanno saputo creare.

Trentino Alto Adige, strudel

Sono così tanti i modi per scoprire le meraviglie del Trentino Alto Adige e i suoi mille aspetti che l’unica maniera per farlo è andarci.