Un luogo unico al mondo, un paesaggio assolutamente caratteristico nell’entroterra barese, tra Brindisi, Bari e Taranto.

Le Murge sono una terra dalle atmosfere antiche, dove la tradizione rurale si respira ancora tra le strette stradine della sua città più caratteristica: Alberobello.

Situata in Valle d’Itria, in provincia di Bari, Alberobello è nota per il suo centro storico costituito interamente dai trulli, le caratteristiche edificazioni in pietra a secco dal tetto conico, decorato da simboli volti a proteggere l’abitazione – e chi vi abita – dalla mala sorte. Un luogo pittoresco, ricco di fascino ma comunque raccolto: in una sola giornata potrete infatti vistare il luogo godendovi la magia delle sue stradine in salita, in particolare tra il Rione Monti e il Rione Aia Piccola, dove sorgono la maggior parte dei trulli.

alberobello_via

I trulli sono particolari edifici in pietra a secco e dal tetto conico che punteggiano il paesaggio della località, creando un complesso abitativo unico al mondo e di grande valore architettonico, riconosciuto anche dall’UNESCO che li ha proclamati patrimonio dell’umanità nel 1996.

Nati originariamente come abitazioni per i contadini, nel tempo queste costruzioni coniche in pietra bianca a secco hanno mantenuto la loro funzione abitativa. Il modo migliore per apprezzare Alberobello? Lasciarsi portare dalle vie acciottolate, perdendosi in un paesaggio caldo e assolato dove il tempo sembra essersi fermato e dove la vita scorre placida, lontana dalla fretta quotidiana che troppo spesso ci inghiotte facendoci dimenticare Il piacere semplice di una vista mozzafiato, come quelle che proprio Alberobello sa regalare ai suoi visitatori.

Oggi i trulli di Alberobello ospitano negozi, ristoranti, esercizi commerciali e attività turistiche, ma in alcune zone della città sono tuttora utilizzate come abitazioni.

Come tanti altri luoghi di interesse storico e culturale in Puglia e in Italia, nemmeno Alberobello e le sue antiche costruzioni sono esenti dall’influenza del turismo: numerosi sono infatti i negozi di souvenir e di artigianato locale, ma ciò non toglie assolutamente nulla alla magia che trasuda da ogni viuzza e da ogni edificio.

Nel caso vogliate fermarvi più di un giorno ad Alberobello e sentirvi un po’ anche voi un abitante di questo luogo unico sospeso nel tempo, potrete addirittura provare l’emozione di dormire in un vero trullo. Un’esperienza da vivere almeno una volta!

 

alberobello_negozi

alberobello_dormire in trullo

Tra tutti i trulli che costituiscono il nucleo storico di Alberobello ve ne sono ovviamente alcuni che spiccano per importanza: il Trullo Sovrano, situato in piazza Sacramento. Alto 14 metri, questo trullo è edificato su due piani ed attualmente viene adibito a museo ed è sede di spettacoli teatrali, musicali ed eventi culturali durante l’estate.

La chiesa di Sant’Antonio, una vera e propria chiesa edificata a forma di trullo, unica al mondo!

 

alberobello_santantonio

Da non perdere anche i Trulli Siamesi, trullo a doppia cupola senza finestre e con due ingressi, uno per cono, ognuno affacciato su una via diversa. Una costruzione dalla particolare conformazione che ne testimonierebbe l’origine antica, legata ad una leggenda popolare.

trullo siamese2

Ovviamente, se tra una passeggiata e una tappa in uno de tanti negozietti doveste avvertire un languorino, ad attendervi ci sarà un delizioso piatto di orecchiette con le cime di rapa, piatto tipico pugliese da leccarsi i baffi. Dove? In uno dei tanti trullo-ristoranti ovviamente!

 

orecchiette_cimedirapa