Probabilmente meno conosciuto rispetto ai grandi laghi del Nord Italia ma sicuramente non meno bello e affascinante, il Lago d’Orta è uno specchio d’acqua incastonato come una gemma preziosa nel paesaggio delle Alpi piemontesi.

Il verde intenso dei boschi rigogliosi che ne fanno da cornice si riflette nelle placide acque del lago. Le sue coste sono ricamate da incantevoli paesini, piccoli borghi pittoreschi che oggi nei loro porti accolgono imbarcazioni di tutti i tipi, soppiantando le antiche barche di pescatori.

Cosa fare al Lago d’Orta

Il Lago d’Orta è una meta ideale per qualsiasi tipologia di viaggiatore. Le famiglie con bambini hanno la possibilità di fare tante attività all’aria aperta e di trovare strutture dotate di tutti i servizi necessari al benessere dei più piccoli. Le coppie sono accolte in un paesaggio suggestivo e romantico, dove coniugare il totale relax, il contatto con la natura e la buona cucina locale. Gli sportivi possono scegliere tra innumerevoli pratiche sportive acquatiche e non: sci nautico, immersioni, vela, rafting e canoa, trekking, equitazione, arrampicate, mountain bike, ecc.

Da non perdere

Se avete solo un giorno per visitare questi luoghi, da non perdere una visita all’Isola di San Giulio, una piccola perla nel bel mezzo delle acque del lago, partendo da Orta.

Il borgo di Orta è un vero gioiello da cui si può godere di una delle più belle vedute sullo specchio d’acqua e sull’isola di San Giulio. Una sosta nell’elegante piazza Motta vi permetterà di ammirare da una parte il porticciolo e dall’altra il bellissimo Palazzo della Riviera di San Giulio, un edificio caratterizzato da affreschi sulle facciate, un portico delimitato da piccole colonne, una scala esterna irregolare e una torre campanaria del Cinquecento. Attorno alla piazza, vivacizzata da locali e negozi, si dipana un reticolo di viuzze e vicoli acciottolati che risalgono la collina verso il Sacro Monte, Patrimonio Mondiale dell’Unesco.

Piazza Motta di Orta San Giulio

L’Isola di San Giulio

Questa piccola perla adagiata sul blu intenso delle acque del lago è dominata dalla Basilica di San Giulio e dal Palazzo del Vescovo. Un tempo abitata solo da canonici, oggi è residenza delle suore benedettine di clausura. Scesi dal battello, si imbocca l’unica via che percorre tutto il perimetro dell’isola e che permette di ammirare gli splendidi palazzi immersi in giardini e cortili, oltre ad in trattenersi presso localini e negozi che animano l’isola.

La Basilica di San Giulio del IV secolo, ricostruita nei IX e XI secoli, si protrae con la sua facciata e la scalinata verso il lago, quasi a tuffarsi nell’acqua. Si tratta di un magnifico esempio di arte romanica, impreziosita all’interno da affreschi e dipinti di varie epoche. Qui, in una cripta, sono conservate le spoglie del santo che, insieme al fratello Giuliano, giunse in questi luoghi nel IV secolo.

Isola di San Giulio d'Orta

Cosa mangiare

Il territorio del Lago d’Orta è da ammirare con gli occhi e da gustare con il palato. Da assaggiare la mortadella di fegato ortese e il prosciutto della Val Vigezzo, mentre tra i formaggi menzione speciale per la Toma del Mottarone (monte che divide il Lago d’Orta dal Lago Maggiore) e il Bettelmatt delle valli Antigorio e Formazza.