Chi ha già viaggiato lungo le strade dell’Alto Adige avrà ben in mente il suggestivo paesaggio incastonato da grandiosi castelli che continuamente catturano lo sguardo. Sono un ottimo motivo per pianificare una gita nel passato, in un territorio che ha molto da raccontare anche a livello naturalistico! Soprattutto adesso con l’arrivo della primavera.

L’Alto Adige è ricco d’imponenti fortezze di origine longobarde, bavarese e franche, collocate su dominanti speroni rocciosi, ben in vista per controllare il territorio e difendersi dai nemici.

Pienzenau_Ambiente

Partiamo a piedi da Merano, splendida cittadina conosciuta soprattutto per le sue terme. Già nel quartiere residenziale Maia Alta possiamo gustarci gli occhi con numerose fortezze: Castel Pienzenau (XIV secolo) dove soggiornò Richard Strauss il famoso compositore, Castel Winkel con la inconfondibile torre in stile barocco. Il simbolo della città è d’indescrivibile bellezza: il fiabesco Castello di Trauttmansdorff adornato dai meravigliosi giardini di Sissi. Alle porte di Bolzano, ad Andriano, si trovano le rovine di Castelforte e poi più su Castel Tordilupo che oggi ospita un’azienda agricola. Proseguendo nella camminata e arrivando sulla riva opposta dell’Adige si raggiunge Terlano dove ci sono i frammenti di Castel Neuhaus con una vista mozzafiato.

SchlossMaretsch2013

Il suggestivo percorso arriva vicino al centro di Bolzano dove vi attende Castel Mareggio con alle spalle l’imponente e inconfondibile Catinaccio. Visitate Castel Roncolo, rinomato per i suoi affreschi, si può raggiungere sia a piedi che in bici sulla Lungo Talvera. Poi ancora Castel Firmiano, la più antica e grande fortezza del territorio alto-adesino con al suo interno il Museo della Montagna di Reinhold Messner.
Salite a San Genesio, in un’ora di cammino o in funivia o navetta, per raggiungere Castel Sarentino che vi omaggerà con un panorama unico! A Fiè in Val Gardena potrete ammirare Castel Presule dove si può visitare la polveriera situata nella torre. Sostate anche a Siusi per raggiungere l’imponente Rocca di Castelvecchio (IX secolo).

karcherhof-schloss-hocheppan

Prendetevi il tempo di un intero weekend per arrivare fino in Val Gardena, dove potete continuare il tour dei castelli. Ecco allora il suggestivo Castel Gardena, oggi di proprietà privata, che diventa però spesso location di romantici eventi musical estivi. Se avete gambe forti e un fisico allenato non fatevi mancare la visita delle rovine di Castello di Wolkenstein nella località Selva.
Bressanone, origine medievale e sede vescovile, è cosparsa di catelli: Castello Tauernstein dove hanno sede gli uffici del municipio, Castello Pallhaus (Plazzo di Sarnes XII secolo) e per finire Castello Ratzötz (13 secolo).