Località
Data di arrivo
Data di partenza
N. ospiti 2 Adulti - 0 Bambini
Numero Camere
Camera 1
N. Adulti
N. Bambini
Camera 2
N. Adulti
N. Bambini
Camera 3
N. Adulti
N. Bambini
Camera 4
N. Adulti
N. Bambini

Ravenna

Ravenna

Mosaico: una parola che racchiude in sé fascino e genio creativo. A ben vedere già dal nome, da quella derivazione latina musaĭcum opus che sta a significare “lavoro, opera dedicata alle Muse”.

Giocoso - e quanto mai legittimo – associare il termine all’intera città di Ravenna e alla sua provincia, un autentico insieme organico di tasselli artistici sublimi che prevede al proprio interno alcune delle massime espressioni mosaicali originali d’epoca bizantina.

Il territorio ravvenate vanta ben 8 monumenti inseriti nell’elenco di Patrimonio dell’Umanità UNESCO:

  • la Basilica di San Vitale del VI secolo, il principale luogo di culto della città, possente struttura che custodisce mosaici in cui spiccano i cromatismi del verde e dell’oro
  • il Mausoleo di Galla Placidia, del V secolo, poesia architettonica con pianta a croce greca con cupola centrale
  • la Cappella Arcivescovile, un autentico gioiello di inizio VI secolo, con vestibolo in marmo coronato da un mosaico raffigurante i quattro arcangeli
  • la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, fatta innalzare dal re ostrogoto Teodorico nel VI secolo, per l’uso della sua corte
  • il Mausoleo di Teodorico, un mistero architettonico in pietra d’Istria risalente ai primi decenni del Vi secolo, costituito da una serie di pilastri sormontati da un monolite di 3 metri di altezza e 10,76 metri di diametro!
  • il Battistero Neoniano, di inizio V secolo, un tesoro artistico con struttura ottagonale che il decadimento del terreno ha finito con l’interrare per 2 metri al di sotto del livello del suolo
  • il Battistero degli Ariani del VI secolo, altro edificio 2,25 metri sotto terra a causa della subsidenza, dotato di un mosaico cupolare mozzafiato
  • la Basilica di Sant’Apollinare in Classe, di metà VI secolo, a 5 km da Ravenna e dotato di tre immense navate con stupefacente copertura a capriate

Oltre a questi otto capolavori insigni si segnalano la Tomba di Dante Alighieri, la storica Pineta di San Vitale in Classe, il borgo medievale di Brisighella, la cittadina di Riolo Terme e la possente Rocca Estense di Lugo, questi ultimi tre inseriti nel più bello dei contesti collinari.